Percepivano il Rdc e gestivano un negozio di parrucchieri$
Web
di Redazione
Percepivano i sussidi previsti dal Rei e dal reddito di cittadinanza, ma la polizia li ha sorpresi a gestire abusivamente un negozio di parrucchieri a Catania. Gli agenti del commissariato di Librino hanno denunciato due coniugi per truffa allo Stato. Uno dei due è stato denunciato anche per sfruttamento del lavoro: un dipendente lavorava oltre dieci ore al giorno con una paga di un euro all’ora, mentre l’altro, minorenne, veniva retribuito soltanto con un pasto al giorno: un panino o una porzione di pasta al forno.
Legambiente:
Web
di Redazione
"Basta scuse. Non ci sono alibi che tengano per giustificare il fatto che nel 2019, una città come Palermo debba ancora aspettare per avere una gestione dei rifiuti decente. Occorre fare partire subito un piano operativo che organizzi nel volgere di pochi mesi la differenziata porta a porta estesa a tutta la città, facendo sparire i cassonetti e, contestualmente, avviando un serio sistema di controlli e sanzioni per i cittadini che non si adegueranno". Così la Legambiente di Palermo.
In fiamme molti lidi alla Plaia di Catania, bagnanti scappano dal mare$
Web
di Redazione
Un incendio di vaste proporzioni sta interessando il litorale della Plaia di Catania. Le fiamme alimentate dal vento caldo hanno fortemente danneggiato il lido Europa e minacciano gli altri stabilimenti balneari. I vigili del fuoco invitano le persone a "rimanere sulla battigia".
Marsala, 50 intossicati da frutti di mare ricoverati in ospedale$
Web
di Redazione
Una cinquantina di persone si sono presentate, alla spicciolata, ieri pomeriggio, al Pronto soccorso dell'ospedale "Paolo Borsellino" di Marsala, con sintomi da intossicazione alimentare: nausea, diarrea, dolori addominali. Secondo le informazione raccolte dai sanitari tutte le persone avrebbero dichiarato di avere mangiato insalata di mare o del cous cous comprati in una pescheria che fornisce cibo d'asporto.
Lampedusa, proseguono gli sbarchi $
Web
di Redazione
Nuovo mini sbarco di migranti a Lampedusa, questa volta da parte di un intero nucleo familiare formato da un uomo, le sue due compagne e gli otto figli. Il barchino con gli 11 "passeggeri", proveniente quasi certamente dalle coste tunisine, è approdato direttamente in porto a Cala Palme, davanti alla caserma della Guardia di Finanza. Anche questi migranti sono stati trasferiti nell'Hot spot dell'isola che è già al collasso da alcuni giorni dopo gli ultimi "arrivi".
Nave Mediterranea vicino Lampedusa, intimato lo stop$
Web
di Redazione
La nave Alex dell'ong Mediterranea, con 54 migranti a bordo, è arrivata alle 4 di questa mattina a 12 miglia da Lampedusa. Lo annuncia la stessa ong sottolineando come "un decreto dei Ministri di Interno, Difesa e Trasporti ci vieta l'ingresso".
ASP di Catania condannata al pagamento degli incentivi non corrisposti$
Web
di Redazione
E' un'importante vittoria nelle aule di tribunale quella ottenuta dagli avvocati Giuseppe D’Amico, Raffaele Tango, Sabrina Forbice e Sabrina Spadaro hanno nella causa contro l’ASP di Catania. I legali, che assistono il personale medico e di comparto dell’Azienda Sanitaria catanese, esprimono la loro soddisfazione per l’importante vittoria, frutto di un duro ed estenuante confronto giudiziario, iniziato nel 2015.
Eruzione Stromboli: morto un escursionista$
Flickr.com
di Redazione
Assume i toni della tragedia l’eruzione attualmente in corso sull’isola di Stromboli nell’arcipelago delle Eolie.
Stromboli: esplosioni e colate dal cratere, turisti in a mare$
di Redazione
Una serie di violente esplosioni sono state registrate dal cratere del vulcano Stromboli dall'Ingv di Catania. Nessun danno a persone e abitazioni.
Catania, maxi operazione antidroga: 25 arresti $
Web
di Redazione
Operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Catania che hanno sgominato un gruppo criminale legato al clan Cappello che gestiva una 'piazza di spaccio' nel popoloso rione di Librino. Militari dell'Arma hanno hanno eseguito nei confronti di 25 persone un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia etnea.
Advertisement
Advertisement