Etna e la cenere lavica: chiuso spazio aereo fino alle 11$
Web
di Redazione
Resterà chiuso fino alle 11 di domani lo spazio aereo sopra Catania per la presenza di una forte attività stromboliana dai crateri sommitali dell'Etna con forti boati e emissione di cenere laviche. I decolli e gli arrivi all'aeroporto di Catania, che resta aperto, sono fermi dalle 13 e non si avrà alcun movimento fino a domani.
Apertura anno giudiziario a Palermo:
Web
di Redazione
Dalla violenza al consenso. E' la traiettoria che la mafia sta seguendo con un processo di riorganizzazione e di rigenerazione dopo la morte di Totò Riina, gli arresti di capi e fiancheggiatori, le confische di ingenti patrimoni. Di queste nuove strategie hanno parlato, nelle relazioni per l'apertura dell'anno giudiziario a Palermo il presidente della corte d'appello Matteo Frasca, il pg Roberto Scarpinato e il procuratore Francesco Lo Voi.
Partinico, moglie uccide marito a coltellate$
Web
di Redazione
Una donna, Antonella Cover, di 55 anni, ha ucciso a coltellate il marito, Filippo Mazzurco, di 64 anni, al culmine di un litigio avvenuto nell'abitazione della coppia a Partinico, nel palermitano. E' stata la stessa moglie della vittima a presentarsi in commissariato e a confessare l'omicidio del marito. L'uomo era da poco tempo rientrato in Sicilia dalla Svizzera dove lavorava come elettricista; secondo le prime informazioni la coppia si stava separando.
Italiano convertito all'Islam inneggiava alla Guerra Santa, arrestato$
Web
di Redazione
La polizia di Catania ha arrestato un pregiudicato catanese di 32 anni per apologia del terrorismo mediante strumenti informatici e per istigazione ad arruolarsi in associazioni terroristiche. Secondo l'accusa, l'uomo, dopo essersi convertito all'islamismo nel 2011, aveva iniziato a utilizzare i social network per la sua attività di propaganda e di diffusione mediatica. Nei suoi confronti è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del capoluogo etneo.
Migranti, Pm ascolto superstiti naufragio$
Web
di Redazione
Il procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella ha interrogato, insieme agli investigatori della squadra mobile, i tre superstiti del naufragio avvenuto all'alba di sabato tra le coste dell'Italia e della Libia per ricostruire le cause della tragedia, che avrebbe causato 117 morti, ed individuare eventuali responsabilità. Il magistrato, che ha sentito i tre giovani subsahariani sull'isola di Lampedusa dove sono stati trasferiti dopo essere stati tratti in salvo, sta adesso valutando, insieme alla collega Cecilia Bavarelli e al procuratore Luigi Patronaggio, quale ipotesi di reato formulare.
Sindaco di Lampedusa:
Web
di Redazione
Nel 2018 a Lampedusa il numero complessivo degli sbarchi "è stato superiore all'anno prevedente, anche se con minori arrivi di extracomunitari, circa 3.400. Ma, con buona pace del ministro dell'Interno Matteo Salvini, il porto rimane aperto e anche il centro d'accoglienza, che doveva essere chiuso due anni fa per decisione del precedente governo". Lo dice il sindaco delle Pelagie, Totò Martello.
Provoca incidente con tre morti: arrestato$
Web
di Redazione
E' stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale plurimo dai carabinieri di Ispica (Ragusa) il ventiduenne ricoverato nell'ospedale Cannizzaro di Catania dopo l'incidente stradale nel quale sono morte tre persone, avvenuto la notte tra sabato e domenica scorsi lungo la statale 115 Ispica-Rosolini.
Casellati,
Web
di Redazione
"Non possiamo rassegnarci ad accettare la morte di tanti poveri innocenti. Il Mediterraneo deve essere un mare di pace, non una fossa comune". Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, durante la sua visita a Palermo, in riferimento ai tragici naufragi di migranti che si sono verificati nel Mediterraneo.
Shock a Catania, anziano trovato morto per strada $
Web
di Redazione
Shock alla circonvallazione di Catania: un anziano senza vita è stato trovato sul ciglio della strada: lo hanno notato i carabinieri che passavano all’altezza dell’Agenzia delle entrate. Non sono ancora chiare le cause della morte, ma secondo le prime ipotesi ha avuto un malore e si è accasciato.
Siracusa, 10 arresti nel siracusano$
Web
di Redazione
I carabinieri della compagnia di Noto stanno eseguendo dieci ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone accusate, a vario titolo, di estorsione, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e porto e detenzione di armi clandestine aggravati dalla metodologia mafiosa per aver agevolato il clan Crapula di Avola, nel Siracusano. I militari avrebbero smantellato un'organizzazione che operava soprattutto nella zona sud della provincia aretusea.
Advertisement
Advertisement