Neonato muore al pronto soccorso: procura apre inchiesta$
Web
di Redazione
La procura della Repubblica di Sciacca (Agrigento) indaga per accertare eventuali responsabilità sulla morte di un bambino avvenuta pochi minuti dopo la nascita al reparto di Ostetricia dell’ospedale Giovanni Paolo II. I fatti risalgono a due notti fa. È stata acquisita dalla polizia la cartella clinica ed è stata disposta l’autopsia sul corpicino. Al momento non ci sono indagati.
Catania, Anziano contromano in tangenziale$
Web
di Redazione
La notte tra lunedì e martedì scorsi un automobilista 81enne alla guida di una Fiat Punto ha percorso contromano ed a velocità un tratto della Tangenziale di Catania fino a quando gli agenti di una pattuglia della Polizia Stradale sono riusciti a bloccarlo mettendosi in mezzo alla carreggiata ed agitando segnalatori luminosi e torce elettrice.
Palermo, chiesti 176 per il clan Borgo Vecchio$
Web
di Redazione
Il pm della Dda di Palermo Amelia Luise ha chiesto la condanna, complessivamente, a 176 anni di reclusione per boss, gregari ed estortori della "famiglia" mafiosa del Borgo Vecchio a Palermo. Sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni. Le pene più alte (14 anni) sono state chieste per i capimafia Fabio Bonanno, Domenico Canfarotta, Salvatore D'Amico,Elio Ganci, Luigi Miceli e Domenico Tantillo.
Augusta, 7 indagati per il porto turistico$
Web
di Redazione
Due imprenditori messi agli arresti domiciliari e cinque sottoposti al divieto di esercitare ruoli direttivi delle persone giuridiche per dieci mesi, e un ottavo indagato senza sanzioni. E' il bilancio dell'inchiesta "Xiphonia" della Procura di Siracusa sulla realizzazione del porto di Augusta con l'esecuzione di un provvedimento cautelare del Gip che dispone anche il sequestro cautelativo di 7,5 milioni di euro eseguito dalla guardia di finanza.
Nucleo famigliare gestiva spaccio di droga: arresti nell'ennese$
Web
di Redazione
Un chilo di droga al giorno venduta nelle 'piazze' dei Comuni di Mirabella Imbaccari, Caltagirone e Piazza Armerina (Enna): è il volume di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti gestito, secondo la Dda della Procura di Catania, da un nucleo familiare, marito, moglie, tre figli e le fidanzate o conviventi di quest'ultimi, che sono stati arrestati da carabinieri.
Catania, crolla tetto di abitazione: donna salvata dalle macerie$
Web
di Redazione
Una 82enne è stata estratta viva da agenti di polizia e vigili del fuoco dalla sua abitazione, nel rione Fossa della Creta di Catania, dopo il crollo del tetto della casa. La donna era a letto. Non ci sono altre persone coinvolte. L'anziana è stata trasferita al pronto soccorso del 'Vittorio Emanuele' di Catania. Non avrebbe riportato ferite gravi. Le cause del cedimento sarebbero da ricercare nelle abbondanti piogge cadute in città nelle ultime 24 ore. Sulla Sicilia orientale vige anche per oggi l'allerta meteo 'arancione' diramato dalla Protezione civile.
Siracusa, infiltrazioni in basilica: stop alle Messe$
Web
di Redazione
Le cattive condizioni meteo che da giorni imperversano a Siracusa hanno provocato l'infiltrazione di acqua piovana che ha raggiunto l'altare maggiore del santuario della Madonna delle Lacrime, proprio sulla teca che ospita il quadretto del Cuore immacolato di Maria che nel 1953 lacrimò. Oggi non è stato possibile celebrare la messa sull'altare, inibito ai tanti pellegrini.
Donna uccisa a Ragusa, fermato il marito$
Web
di Redazione
La svolta nelle indagini è arrivata a 30 ore dall'omicidio di Maria Zarba, la donna di 66 anni trovata l'altro ieri sera con il cranio fracassato nella sua casa nel centro di Ragusa. La squadra mobile della Questura, su provvedimento della Procura, ha fermato il marito Giuseppe Panascia, 74 anni, ex tecnico di un istituto superiore, per omicidio volontario. Sarebbe stato lui, secondo l'accusa, ad avere colpito violentemente più volte la donna con un oggetto contundente particolarmente duro, procurandole anche un esteso trauma cranico.
Inviato proiettile in busta al Pm di Caltanissetta $
Web
di Redazione
Una busta con un proiettile indirizzata al procuratore capo di Caltanissetta, Amedeo Bertone, è stata intercettata al Palazzo di giustizia della città nissena. Il magistrato è titolare di diverse inchieste delicate come quella sul cosiddetto 'sistema Montante' e sulle stragi di Palermo. Sull'episodio ha aperto un'inchiesta la Procura di Catania, competente per territorio.
Sgominata filiera della marijuana, 20 arresti. Coinvolti 2 poliziotti e 1 carabiniere$
Web
di Redazione
Scoperta una banda di ventuno coltivatori di marijuana nelle campagne di Scordia. A finire in manette anche due poliziotti e carabiniere. Si tratta dell'assistente capo della polizia Matteo Oliva, di 46 anni, ritenuto uno dei dirigenti e tra gli organizzatori della banda, e il carabiniere Stefano Cianfarani, di 49 anni, indicato come organico al gruppo. I due, indagati anche per corruzione per un atto contrario ai propri doveri, sono stati portati in carcere.
Advertisement
Advertisement