Irregolarità amministrative: Sea watch resta a Catania$
Web
di Redazione
E’ ancora ormeggiata al porto di Catania la Sea Watch. La nave ha caricato viveri, carburante e quanto necessario per riprendere la navigazione. E’ arrivato anche il nuovo equipaggio. Ma l’imbarcazione della ong dovrà attendere prima di poter lasciare il capoluogo etneo. Ieri il capo missione e il comandante sono stati sentiti per ore, a bordo della nave, sull’operazione di salvataggio dei 47 migranti sbarcati e sui successivi movimenti dell’imbarcazione da personale della squadra mobile della Questura e da militari della Guardia di finanza.
Erice, arrestato il vice sindaco$
Web
di Redazione
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, nei confronti di Salvatore Angelo Catalano, assessore e Vicesindaco del Comune di Erice (TP), accusato di corruzione e abuso d'ufficio. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Trapani su richiesta della Procura delle Repubblica.
Salvini autorizza il trasferimento dei primi migranti al Cara di Mineo$
Web
di Redazione
Via al trasferimento dei migranti ospitati nel Cara di Mineo: la partenza dei primi 50 è in programma il 7 febbraio, mentre entro fine mese lasceranno la struttura altri cento. Lo annuncia il ministro dell'Interno Matteo Salvini ribadendo la volontà di chiudere il Centro in provincia di Catania entro la fine del 2019. Dai trasferimenti saranno esclusi al momento i nuclei familiari con minori e le persone vulnerabili, che in gran parte coincidono con coloro che sono titolari di protezione umanitaria.
Sea Watch in un tweet,
Web
di Redazione
"Dopo 12 giorni di vergognoso stallo, lo sbarco dei 47 naufraghi a bordo della Sea Watch sembra imminente. Aspettiamo comunicazioni ufficiali". Così la ong tedesca in un tweet. "Siamo felici per i nostri ospiti - dice Johannes Bayer, ceo di Sea Watch - che il calvario stia ora arrivando al termine, ma rimane un giorno vergognoso per l'Europa. I diritti umani non sono negoziabili e sulle persone non si dovrebbe mercanteggiare".
Mafia, omicidi commissionati dai clan: 4 arresti$
Web
di Redazione
I carabinieri del Ros di Messina stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della Dda nei confronti di quattro persone accusate di essere mandanti o esecutori materiali di altrettanti omicidi, uno commesso col metodo della lupara bianca. I delitti sarebbero stati 'commissionati' dalla famiglia mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto. In carcere sono finiti anche boss del clan.
Fiamme gialle, blitz al Caf che suggeriva i
Web
di Redazione
Blitz della Guardia a Palermo, nella sede del Caf Cgil, dove ha eseguito il sequestro della documentazione per risalire all'impiegato ripreso dalle telecamere della trasmissione "Non è l'Arena" mentre suggeriva i "trucchi" per ottenere il reddito di cittadinanza. Il ministro Di Maio aveva sollevato il caso, dicendo che l'ufficio interessato era dell'Alpa, che invece si occupa di consulenza agli agricoltori e con il Caf divide lo stesso immobile.
Sea Watch, saturo anche il terzo bagno: situazione igienica al limite$
Web
di Redazione
Sono quasi saturi i bagni a bordo della Sea Watch 3, ancorata a largo di Siracusa. Secondo quanto si apprende, il comandante della nave avrebbe comunicato con una mail che anche il terzo servizio igienico della nave nelle prossime ore potrebbe diventare inutilizzabile. I bagni usati dai 47 migranti salvati dalla nave e dalle 22 persone che compongono il personale dell'Ong tedesca starebbero per raggiungere la saturazione. Questo tipo di rifiuti non può essere scaricato in quella zona mare non lontana dalla costa.
La Sea Watch isolata: divieto di navigazione intorno alla nave$
Web
di Redazione
Con un'ordinanza emessa ieri, e valida "dalla pubblicazione sul sito istituzionale della Capitaneria di porto di Siracusa", lo specchio d'acqua all'interno della Baia di Santa Panagia, per un raggio di mezzo miglio dalla SeaWatch 3, "è interdetto alla navigazione ancoraggio e sosta con qualunque unità non espressamente autorizzata".
Mafia nigeriana: spaccio e prostituzione al Cara di Mineo$
Web
di Redazione
Appartenevano a una cellula denominata "Catacata Mp (Italy Sicily)", operante a Catania e in provincia e con base operativa nel Cara di Mineo. Spacciavano droga e si scontravano con gruppi rivali per avere il predominio tra le comunità straniere del centro d'accoglienza. Stamane la Squadra mobile di Catania, nell'operazione "Norsemen", ha arrestato 16 persone (tre sono irreperibili) accusate di far parte di una banda di spacciatori di cocaina e marijuana che con metodo mafioso operava in varie zone d'Italia ma che aveva una propria cellula operativa, chiamata "Viking" o "Supreme Vikings confraternity", a Catania e nel Cara di Mineo.
Sea watch, il sindaco di Siracusa pronto ad accogliere$
Web
di Redazione
"La città di Siracusa è pronta ad accogliere i migranti, continuo a ricevere messaggi e chiamate di persone che intendono sostenere queste persone". Lo ha detto il sindaco Francesco Italia presente alla manifestazione alla rada di Santa Panagia a sostegno dei migranti sulla Sea Watch.
Advertisement
Advertisement