Catania, sequestrati 60 kg di marijuana $
Web
di Redazione
Un'auto che trasportava 60 chilogrammi di marijuana è stata intercettata da carabinieri del del nucleo operativo della compagnia di Catania Piazza Dante. La droga sequestrata, secondo stime degli investigatori, aveva un valore di mercato superiore ai 600mila euro. La sostanza stupefacente era su una Volkswagen Golf, scortata da una moto di grossa cilindrata con bordo due persone, che alla vista dei militari dell'Arma sono fuggiti. La vettura è stata trovata poco dopo abbandonata e col motore ancora acceso.
Stop alla scorta per l'imprenditore che denunciò il pizzo$
Web
di Redazione
''Non sono più in pericolo e la mafia è stata sconfitta? Bene. Per festeggiare invito tutti il 27 dicembre alle 18 davanti all'antica focacceria San Francesco a Palermo''. Lo dice ironicamente l'imprenditore Vincenzo Conticello, ex proprietario della negozio di specialità gastronomiche, testimone di giustizia e accusatore dei suoi estorsori, cui è stato comunicato il 14 dicembre scorso che a partire dall' 8 dicembre gli era stata revocata la scorta per "cessato pericolo".
Turista catanese in fin di vita dopo incidente d'auto in Kenia$
Web
di Redazione
Prosegue il percorso di cura che l’Azienda ospedaliera per l’emergenza Cannizzaro di Catania ha avviato per le due catanesi trasferite venerdì sera dal Kenya, dove lo scorso 6 dicembre sono state coinvolte in un incidente stradale. Dopo avere ricevuto la documentazione clinica dall’Aga Khan Hospital di Mombasa, i medici dell’ospedale Cannizzaro nelle ultime 48 ore hanno studiato le due pazienti attraverso approfonditi esami diagnostici e emesso un bollettino.
Gela, mamme si azzuffano durante la recita di Natale$
Web
di Redazione
La recita di Natale dei bambini della scuola elementare di contrada "Albani Roccella", a Gela, è finita con un fuggi-fuggi generale, stamani, per la rissa scoppiata tra due mamme che si contendevano il posto migliore per girare il video dello spettacolo cui partecipavano i propri figli, che recitavano sul palco vestiti da angioletti e da personaggi del presepe.
Classifica qualità delle vita: province siciliane in cosa $
Web
di Redazione
Ragusa, col suo 73/o posto (+ 7 rispetto allo scorso anno) è la provincia siciliana con la migliore vivibilità, secondo l'annuale indagine del Sole 24 Ore, vinta da Milano e che vede nell'ultimo posto (107) Vibo Valentia. Nell'Isola il fanalino di coda è Enna, che si classifica al 102/o posto, scivolando di 18 caselle rispetto al 2017. In mezzo figurano Siracusa (82), Catania (84), Palermo (87), Trapani (89), Agrigento (93), Messina (96), Caltanissetta (100). Le province che scendono in classifica rispetto allo scorso anno, oltre a Enna, sono Caltanissetta (-8) e Messina (-7). Salgono Agrigento (+3) Trapani (+10), Palermo (+10), Catania (+9), Siracusa (+6) e Ragusa (+7).
Catania, investito sul lungomare: muore 71enne$
Web
di Redazione
Un 71enne che stava attraversando la strada nel lungomare Ognina di Catania è stato travolto da una Panda guidata da una donna, che si è fermata per prestare i primi soccorsi. Trasferito nell’ospedale Cannizzaro di Catania l’uomo è deceduto poco dopo il ricovero per i postumi delle ferite riportate nell’impatto. Sul posto per indagini e rilievi la polizia municipale.
Ucciso nel sonno da moglie e due figli$
Web
di Redazione
Una donna ha ucciso il marito, Pietro Ferrera di 45 anni, accoltellando mentre dormiva, nella loro casa. Il delitto è stato commesso la notte scorsa a Palermo. Oltre alla donna, Salvatrice Spataro, sono stati arrestati anche i due figli più grandi, Mario, di 20 anni, e Vittorio di 21. Sono accusati di aver aiutato la donna nell'omicidio del padre: madre e figli hanno confessato l'omicidio.
Maestra d'asilo maltrattava i suoi piccoli: sospesa e denunciata$
Web
di Redazione
Un'insegnante di un asilo di Noto (Siracusa) maltrattava i suoi piccoli alunni: li strattonava ripetutamente, li malmenava e prendeva a schiaffi in viso e nella nuca e li costringeva ad umiliazioni ed isolamenti. Lo ha scoperto la Polizia di Stato con intercettazioni ambientali e una telecamera.
Abusi su minori, condannato a 14 anni prete pedofilo$
Web
di Redazione
E' stato condannato a 14 anni di reclusione e a pagare una provvisionale di 10 mila euro ciascuno alla decine di parti civili padre Pio Guidolin per violenza sessuale su minorenni. La sentenza, a conclusione del processo col rito abbreviato celebrato a Catania, è del Gup Giuseppina Montuori. La Procura aveva chiesto la condanna a 10 anni.
Nicolosi, incendia la villa della moglie per gelosia$
Web
di Redazione
I carabinieri di Nicolosi ha arrestato un 66enne per maltrattamenti e incendio. La moglie dell’arrestato si è presentata in caserma riferendo che la sua casa era stata completamente distrutta da un incendio, avanzando forti sospetti che ad appiccare il fuoco fosse stato il marito, ex funzionario dell’ispettorato del lavoro di Catania attualmente in pensione. La donna, a seguito di un violento litigio era stata cacciata dalla casa coniugale a Tremestieri Etneo, e per tale ragione si era trasferita a Nicolosi, in quella casa acquistata anni addietro in comunione di beni.
Advertisement
Advertisement