Catania: donna uccisa al cimitero, figlio assume investigatore privato$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Continua senza sosta il lavoro degli investigatori per risolvere il 'giallo' dell'omicidio di Maria Concetta Velardi, la donna di 59 anni trovata morta con il cranio fracassato lo scorso martedì pomeriggio nel cimitero di Catania. Intanto, il figlio della vittima ha assunto un investigatore privato, un ex poliziotto per molti anni in servizio alla sezione Omicidi della Squadra mobile di Catania.
Catania, resta un mistero l'uccisione della donna al cimitero$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
C'è il massimo riserbo sulle indagini relative alla morte di Maria Concetta Velardi, 59 anni, la vedova ritrovata martedì pomeriggio riversa per terra con il cranio fracassato, il viso sfigurato e a piedi nudi, a pochi metri dalla cappella di famiglia nel cimitero di Catania. Secondo gli inquirenti della Squadra Mobile di Catania la vittima sarebbe stata uccisa a colpi di pietra e la Procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta affidata al pm Giuseppe Sturiale, al momento senza indagati.
Palermo, caos rifiuti: Orlando sentito dai pm$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' durata oltre due ore la deposizione del sindaco di Palermo Leoluca Orlando dal Procuratore aggiunto Dino Petralia e dal pm Anna Battaglia nell'ambito dell'inchiesta per inquinamento ambientale sui disservizi della Rap, la società che si occupa della raccolta dei rifiuti. Il sindaco ha consegnato ai magistrati dei documenti sui disservizi della Rap e sui netturbini 'fannulloni'.
Catania, uccidono una donna al cimitero: per la polizia è omicidio$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Il corpo di una 59enne con la testa fracassata è stato trovato nel cimitero di Catania. A dare l'allarme al custode è stato il figlio della vittima. Dai rilievi eseguiti dal medico legale e dalla polizia è emerso che si tratterebbe di un omicidio. La donna, Maria Concetta Velardi, era vedova ed era andata a visitare le tombe del marito e di un figlio deceduto.
Palermo ricorda Mattarella$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Palermo ricorda l'ex presidente della Regione Piersanti Mattarella, assassinato nel capoluogo siciliano il 6 gennaio del 1980.
Dopo una cerimonia nel luogo dell'agguato, in via Libertà, in programma una iniziativa al Giardino della Memoria di Ciaculli, dove il Gruppo siciliano dell'Unci-Unione nazionale cronisti italiani e la sezione distrettuale di Palermo dell'Associazione nazionale magistrati, pianteranno un albero.
Pippo Fava 30 anni dopo: Raitre lo ricorda con uno speciale$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Cinque proiettili che il 5 gennaio 1984 davanti al Teatro Stabile di Catania interruppero una storia di coraggio e di impegno civile. Rai3 decide di onorare, nel trentennale della scomparsa per mano della Mafia, il giornalista e drammaturgo Giuseppe Fava trasmettendo domenica 5 gennaio alle 23.40 il docufilm I ragazzi di Pippo Fava.
Tornano i Forconi: "O il Governo ci ascolta o siamo pronti ad occupare le Prefetture"$
Ansa
di Gaetano Russo
Il Coordinamento 9 Dicembre, noto come movimento dei 'Forconi', prova a rilanciarsi dopo la spaccatura delle scorse settimane. L'ala moderata, capeggiata dal siciliano Mariano Ferro e dal veneto Lucio Chiavegato lanciano un ultimatum al Governo: "se non ci ascoltate, italiani legittimati a prendere qualsiasi iniziativa".
Arrestato latitante del clan Laudani$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri di Catania hanno arrestato Santo Orazio Laudani, di 23 anni, ritenuto elemento di spicco dell'omonimo clan, sfuggito il 22 novembre scorso durante un'operazione nei confronti di altri 10 presunti affiliati. L'indagine, coordinata dalla Dda etnea, era stata avviata dopo denunce presentate da alcune vittime di estorsione che, stanche delle continue violenze e vessazioni, si erano rivolte alle istituzioni.
Orlando su rifiuti: "Pronto a denunciare i responsabili"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
“Sono pronto a denunciare in procura i responsabili dell’emergenza rifiuti che sta creando tantissimi disagi ai palermitani”: il sindaco di Palermo Leoluca Orlando alza la voce sull’emergenza rifiuti che sta soffocando la città. Intanto anche la scorsa notte i vigili del fuoco sono stati in azione per spegnere diversi roghi dei cassonetti.
"Mare Nostrum": in salvo 823 migranti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Sono più di mille i migranti soccorsi nelle ultime 24 ore dalla Marina militare nel canale di Sicilia. Le operazioni di salvataggio da parte dei mezzi aero-navali interforze del dispositivo Mare Nostrum, a sud di Lampedusa, si sono concluse durante la notte. Complessivamente sono 823 le persone salvate.

 |  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395

Advertisement
Advertisement