Sequestrati 200 mila euro nel nisseno per frode fiscale$
Web
di Redazione
Denaro in contanti, conti correnti, 4 fabbricati e sei terreni per un valore complessivo di oltre 350 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza su ordine del Gip del tribunale di Gela a un imprenditore gelese, Giuseppe Cremona, accusato di frode fiscale nell'ambito di un'operazione della Procura denominata "Pala eolica". Il provvedimento giunge al termine di una verifica fiscale scattata nei confronti di una delle due società, operante nel settore edilizio e di ingegneria civile, che fanno capo all'indagato insieme con una terza ditta individuale.
Inchiesta
Web
di Redazione
Quattro anni di reclusione per Orazio Fazio, funzionario del Comune di Catania, e 3 anni e 4 mesi per l’imprenditore Antonio Deodati. Sono le pene concordate tra i legali dei due imputati e la Procura di Catania nell’ambito dell’udienza preliminare che si svolge davanti al gip Giovanni Cariolo nata dall’inchiesta della Dia ‘Garbage affair’ su un appalto per la raccolta di rifiuti per conto del Comune da 350 milioni di euro. Antonio Natoli, dipendente della Ipi srl e del consorzio Seneco, ha chiesto il rito abbreviato. La prossima udienza si terrà venerdì.
Pantelleria, maxi furto di Zibibbo da serre$
Web
di Redazione
Maxi furto di uva in una cantina nell'isola di Pantelleria. Tra domenica e lunedì sono stati rubati dalla serra dell'azienda Bartoli, sei quintali di zibibbo appassito che serve per fare i prodotti pregiati dell'isola, in questo caso uno dei più rinomati passiti di Pantelleria il "Bukkuram". Il quantitativo equivale a una ventina di quintali di uva fresca. Sul mercato l'uva passa viene pagata dai 600 agli 800 euro al quintale, ma il suo vero valore è rappresentato da quello che avrebbe potuto sviluppare nella produzione di un passito pregiato come il Bukkuram, venduto oltre i 40 euro a bottiglia.
Migrante aggredito ad Agrigento:
Web
di Redazione
Un migrante sedicenne, da un anno in Italia e ospite di una comunità di seconda accoglienza per minorenni non accompagnati di Raffadali (Ag), è stato aggredito a calci e pugni. Inequivocabile la frase che gli è stata gridata contro: "Ritornatene nel tuo paese". Il ragazzo, ieri pomeriggio, è finito al pronto dell'ospedale S.Giovanni di Dio di Agrigento dove è stato ricoverato.
Revocata la scorta al Capitano Ultimo:
Web
di Redazione
"I peggiori sono sempre quelli che rimangono alla finestra a guardare come andrà a finire. Sempre tutti uniti contro la mafia di Riina e Bagarella. No abbandono No omertà No mobbing di Stato". Con una serie di tweet il colonnello Sergio De Caprio, noto come Capitano Ultimo, esprime la sua rabbia per la revoca della sua scorta che scatterà domani, nell'anniversario peraltro dell'uccisione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Palagonia, investe e uccide donna: ricercato$
We
di Redazione
Una donna di 87 anni, Maria Napoli, è morta e altre sette persone sono rimaste ferite dopo essere state travolte più volte con un'auto da un vicino di casa. E' accaduto la notte scorsa a Palagonia (Ct). Le vittime erano sedute attorno ai tavoli, (in tutto erano una trentina), nella via Savona quando l'uomo, che da tempo ha contrasti col vicinato, è salito sulla vettura e volontariamente le ha più volte travolte ed è fuggito.
Tentano furto in casa di un poliziotto, violenta colluttazione a Catania$
Web
di Redazione
Due uomini hanno ferito con colpi di arma da taglio un commissario della polizia di Stato di Catania durante un tentativo di rapina commesso la notte scorsa nell'abitazione del funzionario nel centro di Catania. I due hanno tentato la fuga lanciandosi dalla finestra dell'abitazione, al primo piano di un palazzo antico: uno, ragazzo di origine gambiana di 18 anni, con permesso di soggiorno per motivi umanitari, è rimasto ferito gravemente ed è ricoverato nell'ospedale Garibaldi con prognosi riservata per fratture multiple.
Palermo, Due adolescenti picchiati perché gay$
Web
di Redazione
Due ragazzini di 15 e 16 anni sono stati aggrediti a Palermo, mentre chiacchieravano su una panchina di Villa Giulia, perché gay. Dimessi dal pronto soccorso dopo cinque ore.
La provocazione di De Luca:
Web
di Redazione
"Posso fare una proposta? Mandiamo i baraccati negli alberghi e i migranti nelle baracche? Non sarebbe giusto dopo 110 anni dare un tetto dignitoso ai messinesi e tenere qualche anno i migranti nelle baracche? Ma una cosa del genere farebbe indignare tutto il mondo e i benpensanti". Lo scrive provocatoriamente su Facebook il sindaco di Messina Cateno De Luca riferendosi ai migranti scesi dalla nave Diciotti.
Migranti giunti su barca a vela nel siracusano$
Web
di Redazione
Alcune decine di migranti tra cui donne e bambini sono arrivate nella riserva naturale di Vendicari, a Noto, nel Siracusano a bordo di una barca a vela. Ad avvertire la guardia costiera sono stati i turisti sulla spiaggia, nel primo pomeriggio.
I militari insieme alle altre forme dell'ordine hanno rintracciato, al termine delle ricerche, una trentina di migranti che vagava sulla terraferma. Sono stati fermati due ucraini, presunti scafisti che si trovavano già nei pressi di Noto. L'imbarcazione, di circa 10 metri, è stata sequestrata.
Advertisement
Advertisement