Chiama il clan per recuperare dei crediti, quattro arresti$
Web
di Redazione
Avrebbe costretto un suo cliente debitore a pagarlo attraverso le minacce della mafia, con il clan Ercolano di Catania che avrebbe agito da società di recupero crediti. E' l'accusa contestata a Salvatore Sinatra, 54 anni, socio della 'Sicilsole', posto agli arresti domiciliari, che, secondo la guardia di finanza, avrebbe fatto intervenire la cosca per esigere un credito di 20mila euro. Il debitore è stato costretto a fare subito un bonifico di duemila euro. Per estorsione aggravata dal metodo mafioso è stato indagato il boss Aldo Ercolano, 44 anni, figlio dello storico capomafia Sebastiano, deceduto, nei cui confronti è stato emesso un'ordinanza cautelare dal Gip di Catania su richiesta della Dda della locale Procura. Il provvedimento gli è stato notificato in carcere dalla Gdf nel carcere de L'Aquila dove è detenuto.
Annullata sentenza, Lombardo nuovamente a processo$
Web
di Redazione
La Seconda sezione penale della Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza emessa il 31 marzo del 2017 dalla Corte d'appello di Catania che aveva assolto, dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, l'ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e lo aveva condannato a due anni, pena sospesa, per corruzione elettorale aggravata dal metodo mafioso, ma senza intimidazione e violenza. Ora si terrà un nuovo processo.
Siracusa, perde il lavoro e si suicida$
Web
di Redazione
Un uomo di 52 anni di Siracusa si è dato fuoco e si trova ricoverato in prognosi riservata con ustioni sul 90 per cento del corpo in ospedale a Palermo. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri alla base del gesto disperato vi sarebbe la crisi coniugale conseguenza della perdita del posto di lavoro. Il disoccupato si è recato con la sua auto nella zona di contrada Maeggio, a quindici chilometri dal capoluogo: si è cosparso il corpo di benzina, è rientrato in auto e si è dato fuoco. Preso dal panico è sceso dalla vettura ed è stato soccorso da alcuni passanti.
Cocaina dall'Olanda, 22 arresti $
Web
di Redazione
Da questa mattina in diverse località dell'Emilia-Romagna, della Toscana, della Lombardia e della Sicilia, i carabinieri del comando provinciale di Ferrara, insieme ai colleghi di Bologna, Modena, Parma, Brescia, Mantova, Firenze, Pisa e Pistoia stanno dando esecuzione a 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip del Tribunale di Bologna su richiesta della Dda, guidata dal procuratore capo Giuseppe Amato. L'operazione denominata 'Sottobosco' arriva al termine di un'indagine cominciata nel 2016, che ha permesso di documentare l'esistenza di un'associazione a delinquere specializzata nel traffico di cocaina importata dall'Olanda. Numerose le perquisizioni in corso da parte dei carabinieri.
Frodi e furti di identità, 14 arresti a Catania$
Web
di Redazione
Quattordici persone arrestate, tre in carcere e 11 ai domiciliari, e altre 32 indagate, a vario titolo, per associazione per delinquere, frodi e accessi abusivi a sistemi informatici, sostituzione di persona, truffe e riciclaggio. E' il bilancio delle indagini della polizia postale che, coordinata dalla Procura distrettuale di Catania, ha scoperto un'associazione a delinquere dedita al cyber crime finanziario che ha colpito migliaia di persone in Italia.
Arrestate 17 persone a Palermo per traffico di migranti$
Web
di Redazione
I Carabinieri del Nucleo Informativo di Palermo hanno fermato, su disposizione della Dda, 17 persone accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere transnazionale finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, al traffico di armi da guerra e al riciclaggio di diamanti, oro e denaro contante. L'organizzazione criminale aveva rapporti con Cosa nostra, a cui vendeva armi, e col gruppo paramilitare albanese Nuovo UCK, legato ad ambienti jihadisti.
Lite per confine territoriale, uccide il vicino al termine di un litigio $
Web
di Redazione
Un settantenne, Baldassare Contino , è stato ucciso a colpi di pistola al culmine di una lite per una questione di confini di terreni. E' accaduto in contrada Caltafaraci a Favara, nell'Agrigentino. Pare che fra due anziani vi sia stata una violenta discussione durante la quale la vittima dell'omicidio si sarebbe scagliato e avrebbe colpito con un'ascia il 'rivale'. L'anziano ferito gli avrebbe esploso contro, mentre l'aggressore stava cercando di allontanarsi a bordo di un piccolo trattore, diversi colpi di pistola. In contrada Caltafaraci sono presenti medici del 118 e i carabinieri che stanno sentendo una persona che pare abbia assistito alla lite. Il presunto autore dell'omicidio, seppur ferito, si è allontanato ma è stato rintracciato dai militari.
Attentato a Borsellino, tre poliziotti a processo per depistaggio$
Web
di Redazione
La Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio di tre poliziotti per il depistaggio delle indagini sulla strage di via D'Amelio costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta. L'udienza preliminare non è stata ancora fissata. Il processo è stato chiesto per il funzionario Mario Bo, che è stato già indagato per gli stessi fatti e che ha poi ottenuto l'archiviazione, e per i poliziotti Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei. Per tutti l'accusa è di calunnia in concorso. L'inchiesta è coordinata dall'aggiunto Gabriele Paci e dal pm Stefano Luciani.
Catania, sequestrati 280 gr di skunk$
Web
di Redazione
Un 27enne, Babau Ceesay, originario del Gambia, è stato arrestato per spaccio continuato di marijuana nella tarda serata di ieri nel centrale rione San Berillo di Catania da personale delle Volanti della polizia. L'uomo è stato bloccato dopo un lungo inseguimento a piedi, tra le strette vie del capoluogo etneo.
Sequestrato 1 milione di euro a Zamparini$
Web
di Redazione
La Procura di Palermo ha chiesto e ottenuto il sequestro di un milione di euro nei confronti della società Palermo calcio nell'ambito dell'indagine per falso in bilancio, reati tributari, autoriciclaggio, riciclaggio sui conti del Palermo negli anni 2013-2016. Tra gli indagati, oltre al patron della squadra Maurizio Zamparini, anche il figlio, la segretaria e altri cinque professionisti legati all'imprenditore friulano. Adesso la Procura ha iscritto anche l'attuale presidente della società Giovanni Giammarva: l'accusa è quella dell'articolo 2638 del codice civile e cioè l'ostacolo all'esercizio delle funzioni dell'autorità pubblica di vigilanza.

 |  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395

Advertisement
Advertisement