ASP di Catania condannata al pagamento degli incentivi non corrisposti
Web

ASP di Catania condannata al pagamento degli incentivi non corrisposti

E' un'importante vittoria nelle aule di tribunale quella ottenuta dagli avvocati Giuseppe D’Amico, Raffaele Tango, Sabrina Forbice e Sabrina Spadaro hanno nella causa contro l’ASP di Catania.

I legali, che assistono il personale medico e di comparto dell’Azienda Sanitaria catanese, esprimono la loro soddisfazione per l’importante vittoria, frutto di un duro ed estenuante confronto giudiziario, iniziato nel 2015.

Queste le parole dei professionisti: “Sin dall’inizio abbiamo creduto fortemente nel diritto, in capo ai medici dell’ASP, a vedere riconosciuti gli incentivi spettanti per l’effetto della ripartizione dei proventi incassati dal Servizio del Dipartimento di Prevenzione, relativamente alle prestazioni rese per gli anni 2010/2014, ai sensi di quanto previsto dal decreto assessoriale n. 1273 del 4 luglio 2003, così come modificato con D.A. del 4 giugno 2004. Per arrivare a questo risultato ci son voluti ben 4 anni, ma finalmente la Sezione Lavoro del tribunale di Catania ci ha dato ragione”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca