Afghanistan, feriti due militari italiani
Flickr

Afghanistan, feriti due militari italiani

Due militari siciliani sono rimasti feriti oggi in modo non grave nell'Afghanistan occidentale a causa dell'esplosione di un'autobomba al passaggio del mezzo blindato su cui viaggiavano. Lo riferisce un comunicato dello Stato maggiore della Difesa. Si tratta di due bersaglieri del 6/o reggimento di Trapani: hanno lesioni da schegge e, viene confermato in ambienti militari, non sono in pericolo di vita.
L'attacco è stato rivendicato dai talebani afghani. I due bersaglieri rimasti feriti sono, secondo quanto si è appreso, il caporal maggiore scelto Marco Millocca, 34 anni, di Trapani, e il primo caporal maggiore Vincenzo Fontana, 25, di Villabate. Entrambi sono effettivi al 6° reggimento Bersaglieri di Trapani.


I due erano a bordo di un veicolo Lince, che faceva parte di un convoglio composto da automezzi della Transition Support Unit (TSU) South e dell'Afghan National Army (ANA), quando alle 8.50 locali (le 6.20 in Italia), a circa 20 chilometri da Farah, è stato coinvolto nell'esplosione di un'ordigno in un'auto. Il convoglio si stava dirigendo verso Bala Boluk.

«Per fortuna l'ordigno esploso al passaggio del mezzo militare italiano a Farah non ha provocato vittime, sono sollevato che i due soldati siano vivi. Nell'esprimere la mia vicinanza ai due ragazzi che hanno rischiato la vita per il loro impegno in Afghanistan per conto del Paese, ricordo al Governo che non deve lasciarli soli e l'attenzione per questa missione che sta per finire e per tutte le altre deve restare alta». Lo dichiara il vicepresidente dei senatori leghisti Sergio Divina, componente della commissione difesa di Palazzo Madama.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca