Al via i lavori per la Tav siciliana, senza alcun incidente
Web

Al via i lavori per la Tav siciliana, senza alcun incidente

Sono iniziati i lavori di quella che è stata definita la "TAV siciliana", che a differenza della sorella della "Val di Non", non ha portato con se nessuno strascico polemico né tantomeno alcun incidente, pur rimanendo un'opera importante che fa e farà parlare si sé: infatti, data l'importanza dei lavori, per scavare il tunnel di ben otto chilometri sotto una grossa montagna di Caltanissetta, è arrivata dalla Francia una fresa gigante dal diametro di 15 metri, divisa in tre grosse parti adagiate su speciali convogli all’interno di una nave. E già il colpo d’occhio non ha lasciato indifferenti i siciliani.

Il progetto porterà alla costruzione di una delle più lunghe gallerie d’Italia. Lo scavo della galleria sotto Caltanissetta aggancerà in tre anni la statale per i Templi di Agrigento all’autostrada Palermo-Catania. Il maxi macchinario, lungo 115 metri, sarà adagiato in contrada Bigini, trasportato da un camion.

I materiali di risulta, secondo un progetto modello per l’impatto ambientale, saranno adagiati lungo la valle dell’area alzandone il profilo di 70 centimetri. La cooperativa di Ravenna sta anche sperimentando un rigidissimo protocollo antimafia messo a punto con le prefetture di Agrigento e Caltanissetta, affidato con una consulenza al Dipartimento di studi penali (Dems) diretto all’università di Palermo dal professore Giovanni Fiandaca.

Codici e regole di comportamento saranno adottati spontaneamente dall’impresa per un messaggio più che positivo che, tra l’altro, porterà alla nascita de La via degli scrittori. La nuova strada, infatti, faciliterà il collegamento da Racalmuto ad Agrigento e Porto Empedocle, comuni dove sono nati Sciascia, Pirandello e Camilleri.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca