Aligrup: lavoratori in sciopero, chiusi molti negozi
Flickr

Aligrup: lavoratori in sciopero, chiusi molti negozi

La vertenza Aligrup continua a tenere banco. In ballo c'è la trattativa con la Coop, che avrebbe dovuto acquisire circa il 70% dei negozi, e che invece da circa due settimane si è arenata. Nel frattempo, altre società si sono fatte avanti, tra tutte Ergon, Abate, Arena, Romano, Palermo Discount, pronte, secondo i sindacati, a concludere la trattativa. Intanto, la situazione lavorativa per i dipendenti non migliora e, nei giorni scorsi è arrivata la triste notizia della imminente chiusura del punto vendita del "Centro Sicilia".

L'operazione tiene col fiato sospeso 1600 lavoratori, indotto escluso. È per questo che le sigle sindacali Filcams Cgil e la Uiltucs Uil hanno deciso di proclamare due giornate di sciopero, il 16 e il 18 ottobre in concomitanza dei cortei e sit-in in Prefettura che si svolgeranno a Catania (il 16) e a Palermo e Siracusa (il 18). “Intendiamo sensibilizzare l'opinione pubblica e le Istituzioni – afferma in una nota Monica Genovese, segretaria regionale Filcams – sul crollo della più imponente realtà della grande distribuzione organizzata dell'Italia Meridionale.

Confidiamo nell'interlocuzione con le prefetture per avviare un tavolo ministeriale che prenda in carico la vertenza per la salvaguardia dei livelli occupazionali, considerato che le trattative di cessione dei punti vendita non si sono ancora concretizzate, nonostante la prossima scadenza del 5 novembre, data in cui il Tribunale di Catania dovrà pronunciarsi in merito ad un piano di ristrutturazione del debito che ammonta a 150 milioni di euro”. Una parte delle quote societarie dell'Aligrup è, infatti, sotto amministrazione giudiziaria e la decisione del tribunale, che deve valutare il patrimonio di Aligrup, è definirela trattativa con Coop che dovrebbe acquisire il 70% dei negozi, mentre il restante 30% dovrebbe essere diviso tra Conad, Ergon e Romano.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca