Antonello Montante indagato per Mafia
Web

Antonello Montante indagato per Mafia

Il presidente degli imprenditori siciliani, Antonello Montante, sarebbe sotto inchiesta per reati di mafia da parte della Procura di Caltanissetta. L’indiscrezione viene pubblicata stamane dal quotidiano La Repubblica. Nei confronti di Montante, che è anche delegato per la Legalità di Confindustria, vi sarebbero le dichiarazioni di alcuni pentiti. A suo carico, sempre secondo il quotidiano, vi sarebbe anche un’altra inchiesta a Catania scaturita da una denuncia.

Antonello Montante, 52 anni, originario di Serradifalco in provincia di Caltanissetta, è titolare dell’omonima fabbrica di biciclette fondata negli anni ’20 del secolo scorso. Insieme al suo predecessore Ivan Lo Bello, l’imprenditore è stato tra gli artefici del codice etico e della svolta anti racket di Confindustria. Montante, che è anche presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta, il 20 gennaio scorso è stato infine designato – su proposta del ministero dell’Interno – componente dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati.
Silenzio sull’argomento da parte del procuratore di Caltanissetta Sergio lari che non conferma e non smentisce l’inchiesta.

"Montante lo conosco come persona che ha lottato e lotta contro il racket delle estorsioni e contro la mafia. Aspettiamo serenamente cosa dirà la magistratura, al momento si tratta di indiscrezioni giornalistiche, non è detto che sia iscritto nel registro degli indagati. Non sappiamo nulla". Così il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, commenta quanto riportato dal quotidiano La Repubblica secondo cui il presidente di Confindustria Sicilia e delegato nazionale per la legalità, Antonello Montante, sarebbe sotto inchiesta a Caltanissetta per reati di mafia. Crocetta sottolinea che "proprio con Montante Confindustria ha avviato il percorso di discontinuità nella lotta alla mafia rispetto a quanto avveniva in passato".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca