Anziani maltrattati a Palermo: sequestrate due casa di riposo
Web

Anziani maltrattati a Palermo: sequestrate due casa di riposo

Tra le punizioni più crudeli, la sveglia anticipata alle 4 di mattina a tutti i degenti, e la chiusura sottochiave, per chi avesse voluto ribellarsi. Sono solo alcune delle macabre scoperte fatte dalla polizia di Palermo nelle sue indagini, avviate grazie alla denuncia di una dipendente dalla struttura.

Gli anziani di due case di cura, situate al centro della città, venivano anche immobilizzati a sedie e letti usando lacci e stringhe, mentre altri saltavano per giorni i pasti. Due donne, madre e figlia, nelle qualità di gestore e titolare delle due strutture, sono accusate di estorsione aggravata in concorso, maltrattamenti ed abbandono di persona incapace. Tutto è partito dalla denuncia di una dipendente, stanca di subire vessazioni professionali e - secondo gli investigatori - non più disposta ad attuare le disposizioni della titolare ai danni degli anziani.

Pianti ed urla di dolore degli anziani, a qualsiasi ora del giorno e della notte, sarebbero stati controllati con tranquillanti e psicofarmaci. Nelle cliniche dell'orrore si somministravano farmaci senza indicazione terapeutica, punendo gli anziani sospettati di aver denunciato le vessazioni alle forze di polizia.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca