Avellino-Catania 1-0, il commento dei protagonisti
Monzon in azione al Partenio

Avellino-Catania 1-0, il commento dei protagonisti

Dopo l’ottima prestazione in casa contro il Vicenza e l’Entella la squadra rossazzurra scivola con l’Avellino che porta con se una vittoria sconsiderata. Gara per certi versi insipida, poco entusiasmante, con zero tiri in porta per entrambe le formazioni, sono il riassunto di una partita dal finale incerto e confuso. Vince chi sbaglia meno, questo è il concetto, ed il Catania torna ancora una volta sconfitto dalle sue trasferte. Delusione ed amarezza regnano in un campionato che non brilla certo di professionalità. A tal proposito le dichiarazioni dei protagonisti raccolte in diretta dalla redazione di Siciliatoday.net.

Luigi Castaldo:
“Il goal sul rigore è stato importantissimo, ci ha dato un grande vantaggio. Abbiamo giocato sulle ripartenze perché sapevamo che giocare contro al Catania non sarebbe stato facile. Loro attaccavano per provare a cambiare le cose e noi dunque abbiamo cercato di puntare sui nostri punti forti”.

Fabian Monzon:
“Potevamo fare molto meglio e andare a casa con un altro risultato. Questo è uno schiaffo in faccia ma dobbiamo ritornare a lavorare. Loro hanno calciato poco in porta, noi abbiamo cercato di andare in avanti per cambiare il risultato.Miglioramenti? Personalmente cerco di fare sempre di più in ogni gara. Oggi nel primo tempo non ho avuto molta possibilità di toccare palla. Il Varese? è una gara da vincere. Non dobbiamo perdere la concentrazione. Sappiamo di dover lavorare ancora di più dopo questo risultato. L’obbiettivo rimane sempre quello? Adesso siamo un po’ giù ma continueremo a mettercela tutta per migliorare il nostro gioco”.

Giuseppe Sannino:
“Dobbiamo ancora lavorare tanto però i il gruppo c’è. Il mio principale obiettivo è riuscire a tirare fuori il meglio da tutti. Oggi non siamo riusciti a raggiungere il massimo ma nonostante tutto ho visto comunque l’impegno messo dai ragazzi. In questo momento non sono importanti i moduli di gioco schierati ma bensì l’atteggiamento con il quale si va in campo ed è proprio su questo che bisogna lavorare. Non c’è ancora la rabbia e la grinta giusta anche se il possesso palla è stato il nostro. Purtroppo questo pomeriggio contro l’Avellino la gara è stata decisa da un episodio regalato al nostro avversario. Il risultato oggi ha sorriso all’Avellino, il campionato è lungo e poi bisogna considerare il girone di ritorno. Per il resto il Catania ha giocato facendo la sua partita”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio