Battiato, assessore in tour
Web

Battiato, assessore in tour

Ha detto sì alla politica, ma di rinunciare alla musica non ne vuole sentire parlare. Franco Battiato ha accettato l'incarico di assessore siciliano al Turismo e allo Spettacolo, ma non ha per il momento annullato il tour che lo vedrà impegnato a promuovere in giro per l'Italia l'ultimo suo disco, "Apriti sesamo".
Come si evince dal suo sito, il calendario dell'artista siciliano è fittissimo da gennaio a marzo 2013, con concerti quasi quotidiani che difficilmente si concilieranno con un impegno politico pure part-time.

Il Maestro l'aveva infatti, chiesto esplicitamente al presidente Crocetta: accettava l'incarico solo a condizione di non essere pagato e di seguire soltanto alcuni progetti mirati, in modo tale da non rinunciare alla carriera musicale. "Non posso dedicarmi all'incarico a tempo pieno", aveva spiegato ai cronisti. Così da papabile assessore alla cultura siciliana si era trasformato in "addetto al Turismo e allo Spettacolo".

"La differenza", aveva chiosato Battiato, "è che assessore alla cultura vuol dire teatri di tradizione e una presenza a Palermo che non potrei sostenere, mentre con l'assessorato al turismo e spettacolo posso fare le stesse cose con maggiore libertà".

In attesa di capire come l'artista farà marciare assieme musica e politica, è stata confermata la sua presenza al concerto "Revolution day" organizzato domenica 11 per l'insediamento di Crocetta a Palermo. A metà serata Franco Battiato si esibirà proponendo i suoi più grandi successi.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica