Calcio, Catania-Genoa: presentazione
Siciliatoday.net
El 'Pitu' Barrientos nella morsa genoana

Calcio, Catania-Genoa: presentazione

Casa dolce casa
A quasi quattro mesi di distanza dall’ultima esibizione, Catania-Udinese (0-2) del 13 maggio, il “Massimino” riabbraccia la serie A per la settima volta di fila. Un record che la formazione rossazzurra, affidata alle cure di Rolando Maran, spera di festeggiare nel miglior dei modi con una prestazione importante contro il Genoa di De Canio. Vincere, per dimenticare il beffardo pareggio contro la Roma di Zeman e, soprattutto, per mettere in cascina tre punti preziosi contro una parigrado. L’x dell’Olimpico ha portato in dote la consapevolezza che questo Catania, poco rinnovato rispetto alla scorsa stagione, può dire la sua anche nel torneo 2012/13. L’aver confermato i big (Gomez, Lodi, Barrientos) e acquistato puntelli mirati (Frison, Rolìn, Castro, Salifu e Doukara) pongono gli etnei in una situazione ottimale: gruppo già rodato e pronto a macinare gioco fin da subito. Il match romano è un valido esempio. L’obiettivo societario rimane in primis la salvezza e, in secondo luogo (ma non tanto), una progressiva crescita che porti l’Elefante sempre più in alto. Il “Massimino” riabbraccia la serie A ed i suoi eroi vestiti di rossazzurro: buon campionato! -39 all’Alba: “Siate affamati, siate folli, siate umili, siate elefanti!”

Nuovo corso genoano
Doveva essere la gara che segnava il ritorno da ex di Pietro Lo Monaco, passato in estate dopo otto stagioni dal Catania al Genoa, ma il ‘vulcanico’ presidente rossoblù Enrico Preziosi ha dato il benservito al dirigente campano dopo qualche mese. Da record. Senza lo “Zio Petrus” si è perso un po’ di ‘pepe’ (soprattutto dal punto di vista giornalistico) ma la gara sul green del “Massimino” è rimasta abbastanza interessante. Il rinnovato Genoa di Gigi De Canio ricalca il suolo catanese dopo la cocente batosta della scorsa stagione (0-4) e con la voglia di dare un seguito alla vittoria col Cagliari ottenuta nella gara d’esordio. Un Genoa, come al solito, rivoluzionato dal mercato: via i vari Palacio, Mesto, Gilardino, Sculli, Biondini, dentro Borriello (cavallo di ritorno), Immobile (attenzione al questo!), Canini e gli ex rossazzurri Vargas e Seymour (entrambi convocati). Tanti volti nuovi per il nuovo corso genoano che ha come primo obiettivo soffrire molto meno rispetto all’anno scorso.

Prima convocazione per Rolìn
In vista del debutto interno contro il Genoa il tecnico rossazzurro Rolando “The Edge” Maran dovrebbe riproporre la stessa formazione schierata all’Olimpico di Roma. Due i possibili ballottaggi: Bellusci o Spolli in difesa, Biagianti od Izco in mediana, con i due italiani favoriti sugli argentini. Prima convocazione per l’’uruguayano Rolìn, “fresco di transfer”. Questo il probabile undici rossazzurro: Andujar tra i legni; difesa a quattro con Alvarez e Marchese esterni, Bellusci e e Legrottaglie al centro; Biagianti, Lodi ed Almiron in mediana; tridente argentino formato da Barrientos, Gomez e Bergessio.

Seymour in campo, Vargas in panchina
Destini diversi per i due ex rossazzurri Seymour e Vargas. Il cileno probabile titolare, il peruviano destinato, inizialmente, in panchina. Perso Tomovic (finito alla Fiorentina) mister De Canio dovrà fare a meno di capitan Rossi. In difesa spazio al calatino Mario Sampirisi, mentre gli ultimi arrivati Borriello e Ferronetti andranno in panchina. Nel 4-3-3 del tecnico di Matera attenzione al bomber Ciro Immobile, reduce da un campionato sontuoso col Pescara in B. questo il probabile undici genonao: Frey in porta; Sampirisi ed Antonelli esterni, Granqvist e Canini coppia centrale; mediana muscolare con Kucka, Seymour e Merkel; in avanti Jankovic e Jorquera a sostegno di Immobile.

Probabili formazioni
CATANIA (4-3-3): Andujar; Alvarez, Bellusci (Spolli), Legrottaglie, Marchese; Biagianti (Izco), Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez. A disp.: Frison, Terracciano, Spolli, Rolin, Capuano, Salifu, Sciacca, Izco, Ricchiuti, Castro, Morimoto, Doukara. All.: Maran

GENOA(4-3-3): S.Frey; Sampirisi, Granqvist, Canini, Antonelli; Kucka, Seymour, Merkel; Jankovic, Immobile, Jorquera. A disp.: Tzorvas, Moretti, Piscitella, Bertolacci, Ferronetti, Toszer, Bovo, Anselmo, Stillo, Borriello, Vargas. All.: De Canio.

ARBITRO: Giannoccaro di Lecce; Vivenzi-Musolino; Calvarese-Nasca; IV De Luca.

SQUALIFICATI: -

INDISPONIBILI: Potenza; M. Rossi.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio