Calcio, Inter-Palermo 1-0: harakiri rosa

Calcio, Inter-Palermo 1-0: harakiri rosa

Nel calcio, si sa, non sempre vince il migliore e non basta giocare bene per portare punti a casa. Chiedere informazioni al Palermo di mister Gasperini, squadra che oggi ha offerto una prestazione più che buona sul terreno di gioco di San Siro contro l'Inter di Stramaccioni. La gara è terminata con il punteggio di 1-0 per i nerazzurri, con la sfortunata autorete di Garcia nella ripresa. Unico episodio negativo, unico infortunio in una domenica che ha dato in ogni caso segnali confortanti.

Palermo senza i suoi due giocatori più importanti, capitan Miccoli e il centrocampista riadattato difensore centrale Donati. Formazione ormai classica, col 3-4-3 gasperiniano che vede il rientro tra i pali di Ujkani e il baby Dybala al centro dell'attacco; occasione per Pisano sulla sinistra, con Garcia scalato dalla fascia al terzetto di difesa comandato da Von Bergen. Partita affrontata con personalità dai rosanero, buono l'approccio al match da parte di Barreto e compagni. Oltre sessanta minuti di bel calcio per il Palermo, che ha però avuto la colpa di non riuscire a concretizzare tutta la mole di gioco espresso: puntualmente è mancato l'ultimo passaggio e non c'è mai stato un vero pericolo portato dalle parti del portiere interista Handanovic, che al 35' del primo tempo ha avuto una piccola incertezza sul tiro dalla distanza di un discreto Barreto.

Buona, davvero buona, la prestazione del giovane Dybala: fisico minuto, ma mentalità da giocatore strutturalmente più potente. Diverse le sponde del giovane attaccante, che ha messo in netta difficoltà una vecchia volpe come Samuel. Decisamente bene Brienza come lo stesso Ilicic, bravo nel sacrificarsi pure in fase di copertura. Discreta la prova dei centrocampisti, difesa solida. Gara condotta quasi alla perfezione dalla squadra siciliana, che ha limitato in modo significativo l'Inter di Milito e Palacio. Lo spettacolo non è mancato, ma non sono arrivate le reti: ci ha così pensato Garcia alla mezz'ora della ripresa ad infilare Ujkani su cross dalla destra di Ranocchia. Poco fuori dai pali il portiere, probabile un difetto di comunicazione con il suo difensore. A nulla servono i cambi nel finale, arriva una sconfitta immeritata per la truppa palermitana.

In virtù di questa sconfitta il Palermo resta fermo a quota 14 punti, con sole tre squadre più in basso in classifica: Genoa, Siena e Pescara. Graduatoria che comunque non vede grandi distacchi nella parte bassa, molte le squadre raggiungibili con una vittoria. Tre punti però difficili da conquistare nel prossimo turno, dal momento che il calendario propone ai rosanero la super sfida contro la capolista Juventus. Seguiranno poi le partite contro l'Udinese e la Fiorentina prima della sosta.

---

Inter (3-4-2-1): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Zanetti (64' Nagatomo), Gargano, Cambiasso (81' Mariga), Pereira; Coutinho; Palacio, Milito (64' Guarin). A disp.: Castellazzi, Silvestre, Benassi, Belec, Mbaye, Duncan, Jonathan, Romanò, Livaja. All.: Andrea Stramaccioni.

Palermo (3-4-3): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Barreto, Kurtic, Pisano; Ilicic (76' Budan), Brienza (68' Giorgi); Dybala (79' Zahavi). A disp.: Benussi, Cetto, Viola, Milanovic, Labrin, Arevalo Rios, Brichetto, Sanseverino, Goldaniga. All.: Gian Piero Gasperini.

Ammoniti: Barreto (P), Pereira (I), Garcia (P), Kurtic (P)

Marcatori: 74' aut. Garcia

Arbitro: Bergonzi di Genova

Migliore in campo: Gargano (Inter)


a.r.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio