Caos Pd Catania, presentati ricorsi e annullate primarie
Web

Caos Pd Catania, presentati ricorsi e annullate primarie

Polemiche e colpi di scena nel Partito democratico di Catania chiamato a votare il nuovo segretario provinciale. La commissione provinciale congressuale ha deciso di annullare le elezioni nei circoli di Picanello-Ognina ed a Santa a Maria di Licodia dopo presunti brogli durante le procedure del voto. Un provvedimento che rischia di allungare i tempi e di fare esaminare la questione a livello regionale e nazionale visto l’annunciato ricorso del candidato Mauro Mangano che in entrambi i circoli risultava in vantaggio nei confronti dell’altro aspirante segretario Jacopo Torrisi.

“Il congresso del Pd in provincia di Catania sta diventando uno spettacolo imbarazzante, le regole vengono piegate, forzate e disattese a favore di una parte – afferma Mangano – Per questo motivo abbiamo predisposto i ricorsi. Forse c’era chi pensava che questo congresso sarebbe stata una formalità, ha gestito le operazioni di tesseramento senza incoraggiare la partecipazione, anzi spesso rendendola difficile o ostacolandola. Tutte le richieste dei miei rappresentanti sono state bocciate a maggioranza in commissione, ad oggi nessuno di noi è in condizione di sapere quante tessere siano state consegnate in provincia e a chi. Soprattutto non è chiara la verifica dei versamenti effettuati. Ed a molti circoli orientati a sostenermi è stata negata la possibilità di ricevere le tessere. Credo di non sbagliare dicendo che né io né Jacopo Torrisi abbiamo interpretato questa esperienza come uno scontro muscolare, ma come un confronto politico tra due candidati che in questo partito militano da anni e continueranno a lavorarci, ovviamente, anche domani e domani ancora. Siamo arrabbiatissimi a vedere che invece attorno a noi lo scontro è tutto formale ed a livelli bassissimi – sostiene ancora Mangano – L'impressione che emerge dalla vicenda in Commissione provinciale è che qualcuno abbia una paura matta di perdere, di perdere il controllo di un partito gestito a lungo in modo settario e verticistico. Chiedo al Partito regionale e nazionale di intervenire immediatamente – conclude – poiché da parte nostra non riconosciamo più nessuna legittimità alla Commissione provinciale di controllo, che viola e cambia continuamente le regole”.
Parole dure che confermano il clima di tensione che si respira da giorni in seno al Pd.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica