Caso Dell'Utri, possibile rinvio in Cassazione
Web

Caso Dell'Utri, possibile rinvio in Cassazione

L'udienza di domani della Cassazione sull'ex senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri, condannato in appello a sette anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa e arrestato sabato in Libano, potrebbe slittare.
Lo riferisce una fonte della Suprema corte, chiamata a pronunciarsi sulla condanna inflitta nel marzo 2013 a Dell'Utri dai giudici d'appello di Palermo.

Domani il collegio giudicante deciderà se accogliere la richiesta di rinvio dopo la presentazione di certificati medici da parte dei legali di Dell'utri. Slitterebbe così la sentenza definitiva.
Dell'Utri, tra i fondatori di Forza Italia, è stato arrestato in Libano il giorno dopo essere stato dichiarato latitante dalle autorità italiane. In una nota aveva spiegato di essersi recato all'estero per motivi di salute.

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato che l'Italia chiederà l'estradizione di Dell'Utri. Nel marzo 2013 la III sezione penale della Corte d'appello di Palermo ha confermato la condanna a sette anni per l'ex parlamentare, dopo che la Cassazione aveva annullato la sentenza del 2010 disponendo il rinvio del procedimento ai giudici dell'Appello.

Nelle motivazioni della sentenza del marzo 2013 si legge che Dell'Utri sarebbe stato un vero e proprio 'mediatore contrattuale' del 'patto' tra Cosa Nostra e l'ex premier e leader del centrodestra Silvio Berlusconi, suo grande amico. Secondo i giudici palermitani, il 'patto' fu stretto tra il 16 e il 29 maggio 1974.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca