Catania- Atalanta 2-1, le dichiarazioni di Pablo Cosentino

Catania- Atalanta 2-1, le dichiarazioni di Pablo Cosentino

Catania-Atalanta 2-1, è questo il risultato portato a casa dai rossazzurri di Pellegrino che, nonostante uno scenario triste dato da uno stadio vuoto e desolante, salutano la massima serie mettendo in campo una prestazione positiva.
Sulla gara ed in generale sull’annata negativa del Catania è intervenuto l’amministratore delegato Pablo Cosentino che ha cosi rilasciato le sue impressioni finali, raccolte in diretta da Siciliatoday.net.

“Ho voluto essere parte di questa ultima conferenza dell’anno perché mi premeva fare i complimenti al mister che in queste sei gare ha svolto un lavoro di qualità- ha commentato Cosentino- La nostra prima mossa in merito all’argomento è riconfermarlo anche per la prossima stagione. Questa decisione è stata presa relativamente alla fiducia che riponiamo in lui inoltre ha una buona cultura del lavoro e ricerca dell’eccellenza. Per quanto riguarda i giocatori non posso dare un quadro definitivo di chi partirà e di chi resterà, non è ancora il momento però posso dire che il nostro obiettivo è costruire una grande squadra. Vogliamo comunque puntare sui giovani. Rolin, Biraghi, Bellusci, Gyomber sono giocatori giovani di grande talento. E’ importante investire e crescere anche sotto questo punto di vista.”

“Oggi ci è dispiaciuto non ritrovare il grande pubblico rossazzurro- ha continuato l’amministratore delegato- ma si sa la gente si avvicina alla squadra quando questa fa bene, dappertutto è così. Certamente se inizieremo bene l’anno prossimo siamo convinti che la nostra tifoseria ci starà vicino. Quest’anno purtroppo è andata così. Abbiamo commessi diversi errori. Quello che serve adesso è il giusto equilibrio, un buon progetto e il concetto guida. La retrocessione è triste ma noi dobbiamo credere nel progetto e nel lavoro, accompagnato dalla volontà di migliorarsi. La dirigenza continuerà a sostenere questi aspetti anche grazie alla presenza di Bonanno che continuerà a fare parte del team insieme a Caniggia. Non ci saranno particolari cambiamenti dirigenziali ne un nuovo direttore sportivo, ma di questo ne riparleremo più in là. ”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio