Catania-Crotone, presentazione della gara
Il nuovo Catania in cerca del tris casalingo

Catania-Crotone, presentazione della gara

Terza di fila al “Massimino”
Dopo la “sosta agatina” – dovuta all’abbondante nevicata che ha reso impraticabile il “Braglia” di Modena – il Catania di Dario Marcolin ritorna per la terza volta consecutiva tra le calde mura dell’ “Angelo Massimino”. Saltata l’attesissima prova del 9 in campo avverso – a breve, però, ci saranno ben tre trasferte di fila ad attendere gli etnei (Vicenza, Chiavari e Modena) – la rinnovata formazione rossazzurra, ulteriormente cimentata da una pausa imprevista, ospita il Crotone dell’ex Massimo Drago nel posticipo della ventiseiesima giornata.

Alla luce di quanto accaduto tra la scorsa settimana – etnei ai box, come detto –, e le partite disputate tra venerdì e sabato, la situazione in classifica degli etnei è diventata nuovamente delicata: Catania penultimo della classe (in coabitazione con Latina e Varese) a -2 dalla zona salvezza, a +3 sull’ultimo posto occupato proprio dai pitagorici. Scenario tutt’altro che esaltante ma che, rispetto a qualche mese fa, non appare così allarmante come potrebbe sembrare. I progressi, tanti, visti contro Pro Vercelli e Perugia sono stati così evidenti e lampanti da ridare nuova fiducia e speranza all’avvilito Popolo Rossazzurro, adesso nuovamente fiducioso in un futuro migliore. E’ chiaro, però, che prima di fantasticare la conquista di posti al sole ancora ben distanti bisogna togliersi quanto prima dalle vorticose acque della zona retrocessione. Tra l’altro, in basso qualcosa comincia a muoversi seriamente: Latina e, soprattutto, Cittadella hanno ingranato la marcia giusta.

Ecco perché il match contro i calabresi – numeri alla mano un confronto diretto per la salvezza – è da vincere assolutamente. Con una vittoria il Catania, infatti, balzerebbe dal penultimo al quattordicesimo posto, agganciando Modena, Cittadella, Bari e mettendosi alle spalle Brescia, Entella e la zona retrocessione, con la consapevolezza di dover recuperare una partita (contro i canarini emiliani) che potrebbe cambiare radicalmente la precaria situazione degli etnei.
Un passo alla volta. Prima bisogna battere il Crotone che, nonostante l’ultimo posto in classifica, non è di certo quella squadra arrendevole che potrebbe sembrare. I pitagorici, infatti, sono una formazione combattiva, che non molla mai, creati ad immagine e somiglianza di mister Drago, crotonese doc, dal passato catanese difficile da dimenticare. Ma i ricordi – parliamo della vittoria della CND 1994/95 – per una notte lasceranno spazio alla nuda e cruda attualità: il peso dei tre punti in palio è talmente elevato da far dimenticare tutto. Almeno per 90 minuti più recupero. La scalata continua: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”

Qui Catania: formazione tipo
Organico quasi al gran completo per mister Dario Marcolin. Rispetto alle convocazioni per il match di Modena il tecnico rossazzurro recupera il difensore Raffaele Schiavi. Verosimilmente l’ex Frosinone agirà al centro della difesa con Luca Ceccarelli, per la terza volta consecutiva. Non convocati, per motivi diversi, Almiron, Gyomber e Del Prete. Questo il probabile 4-3-1-2 iniziale degli etnei: Gillet tra i legni; Belmonte, Ceccarelli, Schiavi e Mazzotta a comporre il quartetto arretrato; Coppola, Rinaudo e Sciaudone in mediana; Rosina sulla trequarti; Calaiò e Maniero in avanti.

Qui Crotone: quattro defezioni per Drago
Per il difficile confronto del “Massimino” il tecnico pitagorico Massimo Drago dovrà fare a meno di quattro elementi: Concetti (altro ex rossazzurro), Cremonesi, Galardo e Zampano. In compenso, rientrano Claiton e Stoyan, reduci da una giornata di squalifica. I due dovrebbero rimpiazzare rispettivamente Gigli e De Giorgio, impiegati nel match contro il Bologna. Questo il probabile 4-3-3 iniziale dei rossoblù: in porta Stojanovic; difesa a quattro con Modesto, Ferrari, Claiton e Balasa; mediana a tre con l’azzurrino Dezi, Suciu e Maiello; tridente offensivo composto da Ciano, Stoian e dal nisseno Torregrossa.

Probabili formazioni
CATANIA(4-3-1-2): Gillet; Belmonte, Ceccarelli, Schiavi, Mazzotta; Coppola, Rinaudo, Sciaudone; Rosina; Calaiò, Maniero. A disp.: Terracciano, Sauro, Capuano, Castro, Martinho, Escalante, Jankovic, Chrapek, Odjer, Barisic. All: Marcolin

CROTONE4-3-3): Stojanovic; Modesto, Ferrari, Claiton, Balasa; Maiello, Suciu, Dezi; Ciano Stoian, Torregrossa. A disp.: Cordaz, Lewandowski, Gigli, Martella, Dozi, Saba, Matute, Salzano, Ricci, De Giorgio, Padovan, Rabusici. All: Drago

ARBITRO: Sacchi di Macerata; Paiusco-Bindoni; IV Catona; o.a. Anfuso

INDISPONIBILI: Almiron, Gyomber e Del Prete; Concetti, Cremonesi, Galardo e Zampano

SQUALIFICATI: -

DIFFIDATI: Almiron, Castro, Coppola, Escalante, Calaiò, Gyomber, Odjer, Rosina; Balasa, Dezi, Ferrari, Maiello, Suciu e Modesto

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio