Catania-Equipe Sicilia: cronaca e tabellino
SiciliaToday

Catania-Equipe Sicilia: cronaca e tabellino

Tabellino Catania-Equipe Sicilia 0-0
CATANIA(4-3-3): 12 Matosevic; 30 Parisi, 27 Sessa, 23 Rescigno, 6 Ramos; 26 Schisciano, 4 Odjer, 16 Cozza; 11 Di Grazia, 14 Barisic, 20 Rossetti. A disposizione: 22 Biondi; 28 Ferraù, 14 Tortolano, 7 Tupta, 9 Calderini, 17 Çani. Allenatore: Pancaro.

EQUIPE SICILIA(4-3-3): 1 Zummo; 2 Accardo, 5 Procida, 6 D’Aiello, 3 Marguglio (26’ 16 Rizzo); 4 Pensabene, 8 Velardi, 10 Giannusa; 7 Sanseverino, 9 Albeggiano (32’ 20 Catanese), 11 Tiscione. A disposizione: 12 Di Gregorio, 13 Acquaviva, 14 Ferrara, 15 Lepre, 17 Dampha, 18 D’Anna, 19 Accetta. Allenatore: Pensabene.
Arbitro: Fabio Pirrotta (Barcellona Pozzo di Gotto) – Assistenti: Rosario Bianco e Michael Carpinato (Acireale).
Marcatori: -
Ammoniti: Velardi (ES)
Espulsi: -
Recupero: 0’; 0’.

Cronaca
Si riaprono le porte di Torre del Grifo Village per i tanti tifosi accorsi quest'oggi numerosi a sostegno di un unica fede: quella rossazzurra. L'amichevole si è svolta in due tempi da 25 minuti al termine dei quali le due squadre hanno disputato un test match della durata di 45 minuti con la partecipazione dei calciatori attualmente aggregati alla prima squadra rossazzurra.
Il Catania scende in campo con orgoglio e piglio offensivo ed al 9° minuto infatti è Cozza a mettersi in mostra con un tiro dalla distanza respinto dalla difesa avversaria attenta a non lasciare spazi agli offensivi rossazzurri. Al 10° gli Etnei ci riprovano con Di Grazia che su punizione, concessa dal direttore di gara per un fallo su Odjer, tira a giro ma la traiettoria è lunga e fuori misura. Il Catania continua a mettere sotto pressione l'avversario paralizzato da azioni povere e inconcludenti. Al 13° minuto arriva la prima ammonizione della partita, Velardi richiamato per fallo su Sessa. Al 17° Odjer propone per Barisic che dentro l'area prova un tiro che si spegne sul fondo. Attacco dunque poco incisivo in questa prima fase di gara, interrotta al 21° da cori offensivi e fumogeni lanciati in campo da una frangia della tifoseria presente che denuncia il momento negativo sofferto dal club.

Si riparte al 26° con un unico cambio: nell’Equipe Sicilia, Rizzo rileva Marguglio. Al 30° ci prova l'Equipe con Sanseverino il cui il tiro si spegne alto sopra la traversa. Al 32° della gara altro cambio, sempre nell’Equipe Sicilia: entra Catanese, esce Albeggiano. La situazione si ribalta ed è proprio l'Equipe Sicilia in questa fase finale a condurre il gioco. Al 36°, tuttavia, il Catania si fa avanti con Di Grazia che spreca una buona occasione, con una conclusione troppo alta sotto porta. Al 41° è nuovamente l'Equipe Sicilia a rendersi pericolosa con Tiscione, bloccato dall'estremo difensore rossazzurro che si disimpegna con una buona uscita. Al 45° arriva l'ultima azione per i rossazzurri che si propongono con Barisic che sbaglia ancora una volta il tiro sfiorando il goal del vantaggio. L’amichevole tra Catania ed Equipe Sicilia si conclude col risultato di 0-0, un pareggio che rappresenta l’andamento del match.

Test match: Catania batte Equipe Sicilia 1-0, gol vittoria di Calderini
Come preannunciato, al termine dell’amichevole il Catania ha disputato contro l’Equipe Sicilia un test match da 45 minuti per testare i giocatori attualmente aggregati che per regolamento non posso disputare amichevoli ufficiali. Non trattandosi di un amichevole ma di un allenamento, tale incontro non è stato diretto dal signor Pirrotta, bensì dall’allenatore in seconda del Catania Vito Tammaro.
In questo test il Catania si è schierato con la seguente formazione (4-3-3): 22 Biondi; 2 De Rossi, 23 Rescigno, 25 Bacchetti, 18 Fabiani; 8 Baiocco, 28 Ferraù, 7 Tupta; 14 Tortolano, 17 Çani, 9 Calderini.
Nell’Equipe Sicilia il tecnico Pensabene ha affiancato ad alcuni dei titolari del match amichevole gli altri giocatori non utilizzati: il portiere Di Gregorio, e i giocatori di movimento Acquaviva, Ferrara, Lepre, Dampha, D’anna e Accetta.
Tra i giocatori della prima squadra utilizzati dal Catania in questo test match conclusivo spicca la presenza dell'eccellente gloria rossazzurra Davide Baiocco, accolto al primo tocco da tanti applausi da parte del pubblico presente.
La prima azione arriva al 4° minuto di gioco con Edgar Çani che impegna il portiere avversario con un buon tiro, sebbene non sufficientemente incisivo. Successivamente Baiocco tenta la conclusione, ancora una volta bloccata. Al 9° minuto il Catania ci prova con Calderini che non sbaglia e mette la palla dentro portando gli etnei in vantaggio a completamento di un’azione innescata da Baiocco. Al 15° ci riprova Çani con un tiro di potenza alto sulla traversa. Al 19_ Tortolano propone un assist perfetto per Çani che solo di fronte all'estremo difensore avversario sfiora il raddoppio. Al 22° cambio per il Catania: fuori il portiere Biondi e dentro il pari ruolo Logofatu, romeno classe 1995 attualmente aggregato al ritiro etneo. La partita resta ferma sul risultato di 1-0: nessuna delle due squadre si propone, poca iniziativa e tanta stanchezza per gli atleti in campo che in modo sporadico propongono giocate interessanti. Il match si sveglia al 40°, quando ci prova l’ospite Dampha dalla distanza, con palla abbondantemente a lato. Un minuto dopo Calderini pesca Çani a tu per tu con Di Gregorio, l’albanese ancora una volta non riesce a finalizzare. Sugli sviluppi del calcio d’angolo ancora Çani realizza di testa ma in posizione di fuorigioco: gol annullato. Non succede più niente e al 45° Tammaro fischia la fine del test match.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio