Catania-Inter, grande attesa per la 'prima' in casa
Gonzalo Bergessio, bomber rossazzurro

Catania-Inter, grande attesa per la 'prima' in casa

Una rivincita per ripartire
A centododici giorni dalla gara contro il Pescara si riaprono le porte dello stadio “Angelo Massimino”. I riflettori dell’impianto catanese, accesi per la prima gara interna ufficiale della stagione, illumineranno il prestigioso match tra i rossazzurri di Rolando Maran ed in nerazzurri di Walter Mazzarri (vecchia conoscenza del calcio sicilano). Un confronto che, nelle ultime stagioni, ha sempre regalato emozioni agli spettatori presenti: negli ultimi cinque precedenti gol a grappoli (8 per gli etnei, 7 per i nerazzurri) e vittorie alternate (3 per l’Inter, 2 per il Catania). Tanti, tantissimi stimoli tra gli etnei. Innanzitutto, la voglia di presentarsi al meglio dinnanzi al proprio pubblico; a seguire, la voglia di bagnare con una vittoria il debutto della nuova maglia ufficiale (con tanto di nuovo main sponsor, Fiorucci); la voglia di mettersi in mostra da parte dei nuovi arrivati (Monzon e Tachtsidis, in ombra al “Franchi”); la voglia di riscattarsi dalla sconfitta subita a Firenze e, soprattutto, la voglia di rivalsa dopo la rocambolesca sconfitta l’Inter patita lo scorso 3 marzo sempre al “Massimino”. Tanti stimoli e tanta voglia di muovere la classifica, incamerando i primi pesantissimi punti stagionali. -40 all’Alba: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”

Ritorno al 4-3-3. Almiron al rientro
Dopo il KO di Firenze mister Maran, in attesa di una condizione migliore di alcune pedine (vedi Monzon), dovrebbe ritornare al ‘classico’ 4-3-3. Recuperati Almiron e Freiere, con il primo che dovrebbe rientrare tra i titolari, i sacrificati dovrebbero essere l’ex difensore del Lione per Rolin e Castro proprio per il numero 4 argentino. El ‘pata’ dovrebbe far ‘staffetta’ con Leto, quest’ultimo ancora non in grado di disputare tutti i novanta minuti di gara. Non convocati Capuano, Keko, Guarente (l’ultimo arrivato), Donnaruma e Peruzzi. Questo il probabile 4-3-3 iniziale degli etnei: in porta Andujar; difesa a quattro con Alvarez, Bellusci, Spolli, Rolin o Monzon; mediana a tre con Capitan Izco, Tachtsidis ed Almiron; tridente offensivo composto da Barrientos, Bergessio e Leto.



blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio