Catania, Lodi: "Torneremo ad avere il nostro dodicesimo uomo: il Massimino"

Catania, Lodi: "Torneremo ad avere il nostro dodicesimo uomo: il Massimino"

In sala stampa a Torre del Grifo, Francesco Lodi ha risposto stamane alle domande dei giornalisti. In vista della gara contro la Lazio, che si disputerà domenica alle 12.30 al Massimino, il numero 10 del Catania ha rilasciato le sue impressioni.

NON SIAMO DA ULTIMI IN CLASSIFICA
“Domenica contro il Parma la squadra meritava la vittoria. Abbiamo giocato bene mostrando di non essere da ultimi in classifica. Le ultime gare giocate anche fuori casa ci fanno pensare in positivo. Stiamo trovando il nostro equilibrio, personalmente mi trovo bene a giocare in centrocampo anche con chi conoscevo meno. Ogni calciatore ha il suo valore, Almiron è molto importante cosi come Plasil. Izco si sta riprendendo e Rinaudo dà sempre tanto in campo, con lui ho più copertura quindi posso ritardare nelle azioni. Il mio ruolo e il mio modo di giocare non sono cambiati, sono sempre a disposizione della squadra. Poche punizioni battute? Ne ho battuta una sola è vero ma dobbiamo riuscire a trovare il goal a prescindere da queste”.

VS LA LAZIO PER ATTACCARE
“Dovremo avere un atteggiamento combattivo e fare capire loro che per noi questa partita è davvero importante. Sono tre punti fondamentali quindi non bisognerà sbagliare. L’unica cosa che dobbiamo temere è noi stessi, i nostri errori. Il Catania deve giocare come sa fare, sono convinto che con l’aiuto dei nostri tifosi il Massimino potrà ritornare ad essere il nostro dodicesimo uomo. E' lo stadio che mette le avversarie in difficoltà perché consapevoli di giocare non solo contro il Catania ma anche contro la città di Catania. La situazione è difficile e non ci aspettiamo alcun regalo da nessuno ma combatteremo sino alla fine. Negli spogliatoi anche chi non scende in campo sente molto la partita. La squadra si salverà grazie l'aiuto di tutti e non del singolo. Io da parte mia vorrei poter fare di più. Vincere domenica ci consentirebbe di andare a Verona con una pressione meno forte. A bloccarci sostanzialmente è stato anche l’aspetto mentale, credo che se riusciremo ad ottenere qualche punto in più la squadra inizierà a carburare meglio. Vogliamo ritornare a sorridere per cui saranno importanti sacrificio e volontà. Maran? Ci conosce bene , l’ho ritrovato molto motivato. Come noi anche lui ha affrontato parecchie difficoltà. Con la Lazio dovremo essere propositivi come nelle ultime partite”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio