Catania, Pellegrino: " Per me un nuovo esordio al Massimino"

Catania, Pellegrino: " Per me un nuovo esordio al Massimino"

In sala stampa a Torre del Grifo mister Pellegrino ha risposto stamane alle domande dei giornalisti in vista della gara che vedrà gli etnei affrontare, al Massimino, la Sampdoria. Il tecnico rossazzurro, al suo secondo esordio con la maglia del Catania, si è mostrato carico e determinato, convinto delle potenzialità della squadra.

“Giocare in casa domani per noi sarà importante come sempre. Il calore della gente ci ha dato in questi anni la giusta spinta per fare bene. Quando è successo il contrario purtroppo i risultati non sono stati positivi. Se accadesse anche domani la squadra ne verrebbe di certo condizionata. Per me sarà comunque un nuovo esordio davanti al mio pubblico. Ricordo ancora l’emozione della mia prima volta al Cibali, non la dimenticherò mai. Giocare al Massimino significa entrare nello stadio che amo di più, neanche a San Siro ho avuto questa sensazione. Domani dovremo cercare di essere professionali, senza pensare alle possibili critiche. Bisognerà concentrarsi sulla partita e portare punti in casa. Pensando alla gara con la Samp questa settimana ci siamo allenati sulla fase offensiva. Dovremo mettere in campo una prestazione corale”.

BANCO DI PROVA
“Non sarà una messa in discussione per me la partita di domani. Ribadisco però che ho molto da perdere se le cose non andassero bene perché mi sento parte integrante di questa società. Mi sentirei il primo ad essere sconfitto. Voglio concludere queste gare al meglio senza pensare al futuro, di questo ne discuterò in seguito con la società. Ad oggi vorrei che la squadra riesciusse a percepire il significato di questa maglia. Ci sono molte difficoltà, il gruppo è stato frastornato e non ha avuto il tempo di percepire i cambiamenti”.

SERIE B VICINA?
“Sarei uno stupido a non pensare alla possibilità di retrocedere. Da un lato bisogna essere consapevoli del momento difficile che si sta attraversando. Dall’altro vogliamo far prevalere la nostra convinzione di potercela ancora fare, dobbiamo crederci comunque fino in fondo. Il calcio ci insegna che anche le imprese impossibili si possono realizzare. Sotto l’aspetto mentale la squadra ha ricevuto parecchie batoste, è anche vero che anche queste servono per migliorare. Ad oggi sappiamo di dover realizzare 12 punti per proseguire il nostro percorso nella massima serie . La vittoria contro la Sampdoria ci consentirebbe ad ogni modo di trascorrere una settimana diversa dalle altre”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio