Catania-Sudtirol: presentazione del match
Pietro Terracciano, chance da titolare

Catania-Sudtirol: presentazione del match

Possibili incroci suggestivi…
Ad oltre novanta giorni di distanza - era il 18 maggio, si giocava Catania-Atalanta - si riaprono le porte dello stadio “Angelo Massimino”, per il primo impegno ufficiale della stagione 2014/15: annata che dovrebbe segnare il pronto riscatto (alias ritorno in A) della formazione rossazzurra, reduce da una retrocessione mai così tanto amara.

Per il secondo turno della Coppa Italia/Tim Cup 2015 gli etnei di mister Maurizio Pellegrino (ex di turno) ospitano il Südtirol, club militante nel girone A della nuova Serie C unica. Quella biancorossa è una formazione tosta, con buone individualità (l’ex reggino Manuel Fischnaller su tutti), giunta nella scorsa stagione ad un passo da una storica promozione in Serie B (sconfitta in finale dalla Pro Vercelli). Sette giorni or sono, nel primo turno della manifestazione, gli altoatesini hanno eliminato il Teramo. Credenziali che, uniti all’approssimativa condizione fisica degli etnei, disegnano la gara di stasera tutt’altro che agevole.
Ma l’occasione fa l’uomo ladro e la voglia di andare avanti nella manifestazione potrebbe essere determinante. La vincente del match del “Massiminino” domenica prossima renderà visita al Cagliari di Zeman nel terzo turno eliminatorio. In caso di ulteriore passaggio del turno, e di contemporaneo successo del Palermo sul Modena, il quadro del quarto turno della Coppa Italia metterebbe di fronte proprio rosanero e rossazzurri al “Renzo Barbera”: incrocio suggestivo per due club che per il secondo anno di fila non si sfideranno in campionato.

Al di là di ogni ipotetico derby siciliano nei turni successi il match contro gli altoatesini rappresenta un banco di prova probante per l’undici etneo, ancora in piena fase di rodaggio dopo la dura preparazione, in vista di un campionato cadetto che si preannuncia aspro e logorante. Un’occasione buona, la prima, per vedere all’opera il nuovo Catania. In tal senso destano molto interesse la nuova coppia d’attacco formata Emanuele Calaiò ed Alessandro Rosina - calciatori esperti che in Serie B fanno la differenza - il ritorno dello sgusciante Raphael Martinho e del portiere Pietro Terracciano, la conferma di Fabian Rinaudo, la nuova vita da capitano di Nicolas Spolli e la possibile esplosione di qualche “elefantino” (Maks Barisic su tutti) e una prima verifica del lavoro svolto da mister Pellegrino, confermatissimo dopo il brillante finale di stagione dello scorso campionato. Ecco perché non sarà il “solito” calcio d’agosto. Si riparte: siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!



Qui Catania: Parisi o De Matteis sulla destra
Per la prima gara ufficiale della nuova stagione mister Maurizio Pellegrino dovrà fare a meno di diverse pedine importanti: Frison (richiestissimo in sede di mercato), Rolin, Castro e Leto non al meglio della condizione fisica. Tra gli indisponibili figurano anche: Moretti e Cani. Per quanto riguarda Peruzzi e Spolli, seppur convocati, come detto dal mister in conferenza non dovrebbero essere della partita. Al loro posto spazio a Ciro Capuano al centro della difesa e uno tra Parisi e De Matteis sulla fascia destra. Questo il probabile 4-3-3 rossazzurro: Terracciano tra i legni; Parisi (o De Matteis), Gyomber, Capuano e Monzon a comporre il reparto arretrato; Chrapek, Almiron e Rinaudo in mediana; Rosina, Calaiò e Martinho nel tridente offensivo.

Qui Südtirol: rientra Mladen, out Bertoni e Furlan
Rispetto alla partita di sette giorni fa col Teramo, decisa da una doppietta del bomber Fischnaller, mister Claudio Rastelli potrà disporre nuovamente dei difensori Mladen, Bertinetti, Pacifico e Ientile, con il primo che sarà l’unico a scendere in campo dal primo minuto. Due le defezioni: Bertoni e Furlan. Per quanto riguarda il modulo di gioco il tecnico altoatesino dovrebbe affidarsi allo spregiudicato 4-3-3, senza alcun timore reverenziale. In porta Melgrati; difesa a quattro col rientrante Mladen, Kiem, Tagliani e Martin; mediana a tre con Fink, Tait e Branca; tridente offensivo composto da Marras, Fischnaller e Cia.

Probabili formazioni
CATANIA (4-3-3): Terracciano; Parisi (De Matteis), Gyomber, Capuano, Monzon; Chrapek, Almiron, Rinaudo; Rosina, Calaiò, Martinho. A disp.: Ficara, De Matteis, Peruzzi, Ramos, Spolli, Lodi, Calello, Garufi, Marcelinho, Di Grazia, Barisic. All: Pellegrino

SUDTIROL(4-3-3): Melgrati; Mladen, Kiem, Tagliani, Martin; Fink, Tait, Branca; Marras, Fischnaller, Cia. A disp.: Miori, Pacifico, Bertinetti, Mazzitelli, Canotto, Campo, Chinellato. All: Claudio Rastelli

ARBITRO: Saia di Palermo; Raparelli-Intagliata; IV Catona

INDISPONIBILI: Frison, Rolin, Castro, Leto, Cani e Moretti; Bertoni e Furlan

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio