Catania-Verona, le pagelle

Frison s.v Tocca il pallone solo nei rinvii e in qualche puntuale uscita.

Peruzzi 5.5 Terzino ancora tutto da scoprire. Spesso in difficoltà nel tenere posizione e velocità agli avversari.

Legrottaglie 6 Cliente scomodo Toni, ci mette il fisico e l'esperienza per arginarlo. Puntuale in tutte le chiusure.

Spolli 6.5 Grinta e forza. Fa sentire il suo peso agli attaccanti clivensi e vince la personale sfida con il gigante Toni. Spesso si lancia in entusiasmanti cavalcate offensive, riuscendoci con molta classe.

Alvarez 6 Annulla Iturbe con la sua tenacia e con il suo pressing aggressivo. Mastino.

Izco 6 Il suo rientro si sente.Corre, pressa e si danna l'anima. Ancora in via di guarigione dopo l'infortunio. Ma il suo rientro fa bene al Catania. E oggi si è visto.


Castro 6.5 Il migliore dei suoi. Accende la partita con scatti e giocate raffinate. Si perde spesso all'ultimo, quando dovrebbe scoccare il tiro o il passaggio decisivo per il gol.

Guarente 6 Si trova spesso insoliti (per lui) compiti da regista. Li svolge come può con grinta e qualche imprecisione di troppo. Ci mette tre polmoni per togliere la palla agli avversari.

Plasil 6 Conserva sempre la sua lucidità tattica ed è un bene per la squadra in questo momento critico. Cerca di mettere ordine e testa nelle sue giocate e in quelle dei compagni. Leader.

Barrientos 6 Troppo dietro o troppo avanti. Stenta a trovare un'efficace posizione in campo capace di far male. Ma quando prende la palla l'illuminazione è sempre dietro l'angolo.

Leto 5.5 Si divora un gol già fatto nel primo tempo. Poi tanta lotta e poche conclusioni.

Bergessio 6 Standing ovation per il rientro in campo. Pochi minuti, ma il suo peso lì davanti è un'altra cosa.

Monzo s.v

Keko s.v

De Canio 6 Un passo avanti rispetto alle precedenti pessime gare. Il 4-3-3 sembra essere il modulo più adatto e naturale per questa squadra.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio