Catania, a Terni per vincere
Sebastian Leto, ancora decisivo in trasferta?

Catania, a Terni per vincere

Liberarsi al Liberati
Il preziosissimo successo ottenuto contro il Latina ha portato a 3 la striscia positiva del Catania, così come avvenuto tra la quarta e la sesta giornata. Ma a differenza di allora i punti raccolti in tre gare non sono 5 (pareggi con Modena e Crotone, vittoria con il Pescara) ma 7 (vittorie con Varese e Latina, intervallate dal pareggio col Trapani). A rendere ancora più corposo il rendimento dei rossazzurri ecco un altro dato: 13 punti nelle ultime 6 giornate, in virtù di quattro vittorie, un pareggio e una sconfitta. Numeri significativi che hanno catapultato l’Elefante dall’ultimo all’undicesimo posto, a 3 punti dalla zona play-off. Numeri significativi, ma non ancora pienamente soddisfacenti.

Per renderli importanti, i numeri, bisogna dare ancora di più, che tradotto vuol dire vincere in trasferta. E’ chiaro che per tagliare traguardi importanti – nella fattispecie l’immediato ritorno in massima serie – occorre conquistare punti pesanti anche in campo avverso. Necessariamente. Obbligatoriamente. Perché i soli due punti racimolati nelle sette gare disputate lontano dal “Massimino” rappresentano uno score degno di una formazione impelagata nella lotta salvezza. All’ottavo tentativo stagionale, dopo Vercelli, Perugia, Crotone, Frosinone, La Spezia, Avellino e Trapani, i rossazzurri proveranno a liberarsi, proprio al “Libero Liberati” di Terni, da quel pesante macigno rappresentato dallo “zero” presente alla voce vittorie in trasferta.

Ad attendere gli etnei ecco l’ostica Ternana dell’ex Attilio Tesser, formazione rognosa e scorbutica invischiata nella lotta per non retrocedere. Le Fere sono reduci dal brillante pareggio colto nel pentitissimo derby umbro di Perugia: un punto pesantissimo che ha allungato a 4 la serie utile dei rossoverdi. Nelle ultime quattro giornate, infatti, la Ternana ha totalizzato 6 punti, in virtù della vittoria di Bari e dei pareggi contro Cittadella, Spezia e , come detto in precedenza, col Grifone.

Due squadre in serie positiva, in salute e pronte a darsi battaglia per ottenere tre punti importanti per i rispettivi obiettivi. Ternana per la salvezza, Catania per qualcosa di più. Molto di più… -27 all’Alba: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate Elefanti!”

Qui Ternana: quattro defezioni, al rientro Crecco
In vista della agar interna contro gli etnei, in programma oggi pomeriggio alle ore 15, il tecnico rossoverde Attilio Tesser dovrà fare a meno di quattro elementi. Non saranno della partita Dianda, Masi, Eramo e Ferronetti, indisponibili. Al rientro il difensore Crecco, reduce da un turno di squalifica. Regolarmente tra i convocati anche il messinese Fazio, l’ex reggino Viola e il catanese Giuseppe Russo. Per quanto concerne l’undici titolare si va verso la conferma della formazione che ha imposto il pari al Perugia nel derby. L’unica variazione potrebbe essere rappresentata dall’inserimento di Crecco per Valjent, quest’ultimo non al top. Questo il probabile 3-5-2 rossoverde: Brignoli tra i legni; Meccariello, Bastrini e Popescu a comporre il reparto arretrato; Fazio, Gavazzi, Viola, Crecco e Vitale in mediana; Avenatti e Bojinov coppia offensiva.

Qui Catania: uomini contati in difesa
Emergenza difesa per il Catania in quel di Terni. Per la gara contro i rossoverdi il tecnico Beppe Sannino dovrà fare i conti con le assenze di Sauro, Peruzzi, Gyomber (infortunati) e Capuano (squalificato): 4 assenze che riducono drasticamente la batteria dei difensori, limitata a cinque unità. Assenti anche Escalante (squalificato), Martinho, Castro e Barisic. Prima chiamata per il centrocampista Gonzalo Agustin Piermarteri. Rispetto alla vittoriosa gara col Latina al rientro capitan Spolli che comporrà con Rolin la coppia centrale difensiva. Chance dal primo minuto per il giovane Tino Parisi sulla fascia destra e per Adrian Calello in mediana. Questo, in sostanza, il probabile 4-3-3 degli etnei: Frison tra i legni; Parisi, Rolin, Spolli e Monzon in difesa; Rinaudo, Almiron e Calello a centrocampo; Rosina a sostegno di Calaiò (ex ternano) e Leto.

Probabili formazioni
TERNANA: (3-5-2): Brignoli; Meccariello, Bastrini, Popescu; Fazio, Gavazzi, Viola, Crecco (Valjent), Vitale; Avenatti, Bojinov. A disp.: Sala, Janse, Gagliardini, Meccariello, Palumbo, Falletti, Russo, Piredda, Ceravolo, Diop. Russini. All: Tesser

CATANIA(4-3-3): Frison; Parisi, Rolin, Spolli, Monzon; Rinaudo, Almiron, Calello; Rosina, Calaiò, Leto. A disp.: Terracciano, Ficara, Ramos, Chrapek, Jankovic, Odjer, Piermarteri, Çani, Marcelinho. All: Sannino

ARBITRO: Candussio di Cervignano; Segna e Bindoni; IV Pagliardini; O.a. Anfuso

INDISPONIBILI: Gyomber, Peruzzi, Castro, Sauro,Martinho e Barisic

SQUALIFICATI: Capuano e Escalante

DIFFIDATI: Calello, Castro, Gyomber, Martinho, Rinaudo, Sauro; Faletti, Fazio, Gavazzi, Viola

Prossimo avversario: diffidati
Bologna: Abero e Cacia

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio