Catania, a Verona per continuare a sognare...
Giovanni Marchese, ex clivense

Catania, a Verona per continuare a sognare...

Tra record ed Europa
Nonostante il deludente pareggio interno contro il Cagliari il sogno di raggiungere l’Europa (distante sempre 5 lunghezze, ma con una partita in meno da giocare) non è ancora tramontato del tutto. In settimana, il Presidente Nino Pulvirenti e il tecnico Rolando Maran (proprio nella conferenza di vigilia di oggi) hanno sostenuto questa tesi: il Catania ci crede ancora. “A Verona per continuare un sogno”: è questo lo ‘slogan’ lanciato dal tecnico di Rovereto (ex di turno) per stimolare squadra ed ambiente. Tra sogno e realtà provare non costa nulla. Basta crederci fino in fondo. Europa o non, la stagione dei rossazzurri (splendida!) può riservare ancora delle soddisfazioni ed obiettivi prestigiosi: il nuovo record di punti in serie A (realizzabile già con una vittoria al “Bentegodi”); il testa a testa contro l’Udinese per la conquista dell’ottavo posto e la voglia di onorare il campionato fino all’ultimo minuto, evitando scialbe prestazioni classiche da fine torneo. Inseguendo un sogno: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”


Lodi e Barrientos si, Almiron ni
Rispetto alla gara di sette giorni fa contro il Cagliari mister Maran ritrova Lodi, Barrientos ed Almiron: i primi due con molta probabilità dovrebbero partire dal primo minuto di gioco, a discapito di Biagianti e Keko, mentre il ‘buon’ Sergio dovrebbe accomodarsi in panchina. Quattro gli indisponibili: Augustyn, Terracciano, Sciacca e Ricchiuti. Probabile l’utilizzo al 4-2-3-1 con: Andujar in porta; Alvarez, Spolli, Bellusci e Marchese in difesa; Izco e Lodi in mediana; Barrientos, Gomez e Castro sulla trequarti a sostegno di Bergessio unica punta. Da non scartare l’ipotesi 4-3-3 con l’inserimento di Biagianti a centrocampo e la conseguente esclusione del ‘pata’ Castro.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio