Catania, busta con proiettile per Enzo Bianco
Web

Catania, busta con proiettile per Enzo Bianco

Una foto del sindaco Enzo Bianco segnata da croci in una busta regolarmente affrancata, senza mittente e spedita in città indirizzata al 'Comune di Catania' è stata intercettata il 28 gennaio nel centro meccanografico delle Poste di Pantano d'Arci, nella zona industriale di Catania. All'interno scritte con alcune minacce e un proiettile. Sull'episodio la Prefettura di Catania ha convocato per oggi pomeriggio un Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta.

"Se qualcuno pensa di intimidirmi - ha commentato Bianco in una dichiarazione sappia che continueremo sereni a combattere ogni tipo di illegalità. Non sono solo. C'è una squadra dello Stato di prim'ordine. Ecco perchè, sereno, vado avanti. Continueremo a costituirci parte civile in tutti i processi per mafia. A demolire le costruzioni abusive. A denunciare corruzioni pesanti nel settore dei rifiuti. Le pallottole è meglio riceverle per posta. Fanno un pò meno male. Continueremo a combattere ogni tipo di abusivismo, braccio operativo delle organizzazioni criminali, a mettere ordine nel settore dei condoni edilizi. A colpire l'intreccio fra affarismo e criminalità, chi pensa a grandi operazioni di speculazione senza regole e a rendere irrespirabile l'aria".

Solidarietà pubblica a Bianco è stata espressa dal Pd, con una dichiarazione del responsabile nazionale organizzazioneLuca Lotti. "A nome del Partito democratico la solidarietà più calorosa a Enzo Bianco, sindaco di Catania, per le gravi minacce ricevute oggi. La sua battaglia per la legalità - ha affermato Lotti- non sarà scalfita da queste vili intimidazioni".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca