Catania, candidato a sindaco del M5S: "Atteggiamento verso di noi è cambiato"
Flickr

Catania, candidato a sindaco del M5S: "Atteggiamento verso di noi è cambiato"

Prima vera uscita della candidata del Movimento 5 Stelle, alla poltrona di sindaco di Catania, la cittadina Lidia Adorno: una piccola prima crepa sulla corazza del Movimento: «L'atteggiamento della gente nei confronti del M5S è cambiato», ci sono in giro «molta aggressività e molte lamentele riguardanti la richiesta sul perchè non ci alleiamo col Pd e sul perchè blocchiamo il Parlamento». La colpa secondo la Adorno è semplice, ed è imputabile «a una campagna denigratoria del Pd-Pdl» e per questo il movimento «dovrebbe fare un comunicato» per spiegare i fatti.

«Sono stata sia in piazza Spedini che in piazza Stesicoro - scrive sul suo profilo Facebook - ho notato che l'atteggiamento della gente nei confronti del Movimento 5 stelle è cambiato. Molta aggressività e molte lamentele riguardanti la richiesta sul perchè non ci alleiamo col Pd e sul perchè blocchiamo il parlamento. La campagna mediatica denigratoria del Pd-Pdl nei nostri confronti sta producendo i suoi frutti». «A mio parere - aggiunge il candidato a sindaco di Catania - dovremmo preparare un comunicato in cui spieghiamo che per noi Pd e Pdl sono la stessa cosa (come peraltro sempre dichiarato), che il M5s vuole avviare i lavori nelle commissioni parlamentari e che solo l'alleanza Pd-Pdl ce lo sta impedendo, di fatto bloccando i lavori parlamentari».

«Sarà una campagna elettorale difficilissima - prevede Lidia Adorno, docente precaria di 44 anni - ma noi siamo qui per combattere e terremo duro fino in fondo! Ci hanno detto che senza di loro non andiamo da nessuna parte:Non è vero! È con loro che non andiamo da nessuna parte». Poi l'affondo finale, che non poteva mancare, secondo il leit motive del Movimento: «Bianco, Stancanelli... Devono andare a casa tutti!».

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica