Catania, cimitero pieno di feretri: è caos
Web

Catania, cimitero pieno di feretri: è caos

Bare in fila da mesi con i defunti in attesa di ricevere una degna sepoltura. L'obitorio del cimitero di Catania è pieno di feretri. Nelle 24 celle frigorifere non c'è più posto e quindi le bare sono posizionate in ogni angolo delle sale. Ora c'è appena lo spazio per il transito del personale comunale. Dipendenti che devono lavorare in condizioni difficili tra bagni sporchi, topi e cattivi odori. A lanciare l'allarme è il consigliere comunale Carmelo Sofia che sollecita una conferenza dei servizi con Sindaco e tecnici per trovare una soluzione definitiva al problema. Ad aggravare la situazione la presenza di 17 feretri di immigranti morti in mare il 12 maggio.

Il sindaco di Catania, Enzo Bianco. «Sulle 17 salme non ci è ancora arrivata - spiega - l’autorizzazione dall’autorità giudiziaria. Non c’e’ nessun problema da parte nostra, stiamo ultimando la realizzazione di una tomba che sarà realizzata dai ragazzi dell’Accademia delle Belle arti e prima della ricorrenza dei Defunti la tumulazione avverrà in questo monumento che rende omaggio a coloro i quali hanno sofferto in questa condizione».

Ma il problema resta grave. «Sin dal momento del suo insediamento a Palazzo degli Elefanti, - dice Sofia - Bianco ha preso precisi impegni per avviare una concertazione continua sul cimitero di Catania. Un tavolo tecnico con primo cittadino e l'assessore al ramo per avviare tutti gli iter burocratici necessari ad avere un luogo della memoria e del ricordo degno di questo nome. Un sito che oggi aspetta ancora di dare una sepoltura nei campi comuni ai diciassette migranti morti nel nubifragio del barcone affondato tra la Libia e Lampedusa il 12 maggio scorso. Da 6 mesi infatti le bare restano all'interno dell'obitorio in attesa di essere finalmente tumulate".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca