Catania, contro il Cagliari ultime chance europee
SiciliaToday.net
Nicolas Spolli, al rientro dopo due giornate di squalifica

Catania, contro il Cagliari ultime chance europee

Ripartire per crederci
L’incredibile scivolone pre-pasquale rimediato in casa della Lazio da una parte ha allungato le distanze che separano gli etnei dal quinto posto, portando il divario da 2 a 5 punti, ma allo stesso tempo, nonostante la cocente sconfitta, ha ulteriormente confermato che questa squadra ha le carte in regola per realizzare il sogno europeo. Per quantità e qualità l’organico a disposizione di mister Maran è inferiore soltanto a due o tre squadre. Ciò che veramente manca ai rossazzurri è quella mentalità vincente, determinante in partite decisive come quelle contro Inter e Lazio. Questione di mentalità, niente di più. Al “Massimino” contro il ‘tranquillo’ Cagliari, formazione priva di impellenti necessità di classifica, il Catania ha il dovere morale di ripartire per continuare a credere all’Europa. Oltretutto, nel programma della trentunesima giornata ci sono due scontri diretti che potrebbero ‘favorire’ gli etnei: Fiorentina-Milan e il derby della capitale. È chiaro, però, che prima di guardare ai risultati delle altre rivali i rossazzurri devono battere obbligatoriamente i sardi. Una vittoria per l’Europa. Una vittoria per eguagliare il record di punti nella massima serie stabilito nella passata stagione con Montella. Inseguendo un sogno: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”

Emergenza in mediana per Maran
Autentica emergenza in mediana in casa rossazzurra. Mister Maran, infatti, dovrà fare a meno con le assenze di Barrientos (squalificato) e degli infortunati Lodi, Almiron e Sciacca. Al rientro Spolli (reduce da due giornate di squalifica), Capuano, Augustyn e Potenza. Nonostante le pesanti assenze il tecnico di Rovereto dovrebbe riproporre l’amato 4-2-3-1, con l’inserimento sulla trequarti dello spagnolo Keko. Questa la probabile formazione iniziale degli etnei: Andujar in porta; difesa a quattro con Alvarez, Spolli, Legrottaglie e Marchese; Izco e Biagianti in mediana; Keko, Castro e Gomez sulla trequarti a sostegno dell’unica punta Bergessio. Da non scartare l’ipotesi 4-3-3: in tal caso il sacrificato sarebbe Keko, con l’inserimento di Salifu.


blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio