Catania, pareggio-beffa a Crotone
Emanuele Calaiò, suo il gol dell'illusorio vantaggio catanese

Catania, pareggio-beffa a Crotone

Beffa finale
Pareggio beffardo per il Catania allo stadio “Ezio Scida” di Crotone. Nel primo turno infrasettimanale della stagione, valevole per la quinta giornata d’andata, i rossazzurri (quest’oggi in un’insolita ed alquanto discutibile maglia gialla) sono stati riacciuffati dai calabresi proprio all’ultimo istante. Al vantaggio etneo siglato da Calaiò nella prima frazione di gioco ha risposto un rigore trasformato da Ciano proprio al terzo ed ultimo minuto di recupero. Ancora un rigore, il quarto in cinque partite fischiato contro i rossazzurri, ad impedire la tanto agognata prima vittoria in campionato. Pari amaro che, comunque, non nasconde i passi avanti fatti rispetto alle precedenti esibizioni.

Capuano ancora in mediana
Rispetto alla gara di tre giorni fa contro il Modena mister Sannino, ancora alle prese con l’ “emergenza mediana” (out Rinaudo e Calello, con Almiron a mezzo servizio), lascia in panchina Chrapek e Leto lanciando dal primo minuto Jankovic e Capuano a centrocampo. Pacchetto difensivo inalterato, con Peruzzi, Gyomber, Spolli e Monzon davanti ad Anania, tridente offensivo formato da Rosina, Castro e Calaiò. Nel Crotone dell’ex rossazzurro Drago confermata la formazione della vigilia, con l’azzurrino Dezi in mediana, Beleck e Ciano a sostegno dell’unica punta De Giorgio. Pronti via il Catania prova a prendere in mano fin da subito le redini dell’incontro, attraverso pressing alto e possesso palla. Ma è del Crotone il primo squillo: al diciannovesimo punizione insidiosa dalla sinistra sulla quale Anania si fa trovare pronto. Scampato il pericolo i rossazzurri sfiorano il vantaggio con Calaiò, il cui tiro a botta sicura è stoppato da un difensore crotonese. È il prologo al gol del vantaggio che arriva al minuto 26’: angolo dalla sinistra di Rosina, tocco di rapina ancora di Calaiò sul primo palo e Catania in vantaggio. Per l’Arciere la seconda rete in maglia rossazzurra. Subito lo svantaggio il Crotone prova a reagire. L’occasione buona per il pareggio arriva al 32’ con il genietto Dezi che impegna severamente Anania. Al 46’ etnei vicinissimi al raddoppio con un bel diagonale al volo di Calaiò che s’infrange sul palo della porta calabrese.

Nella ripresa il Catania contiene la prevedibile sfuriata dei padroni di casa provando ad offendere attraverso le ripartenze. Al 61’ calabresi vicini al pareggio con un calcio di punizione di Ciano sul quale Anania si fa trovare ancora presente. Al settantesimo primo cambio per Sannino: fuori Jankovic, dentro Almiron. Otto minuti più tardi altro cambio, con Garufi che rileva Martinho. A dieci minuti dallo scadere altra occasione ghiotta per il Catania con Calaiò che tira debolmente davanti a Caio. Cinque minuti più tardi terzo ed ultimo cambio per i rossazzurri: fuori Rosina, dentro Sauro e difesa blindata. Finale in sofferenza: Crotone disperatamente in avanti alla ricerca del pari, Catania tutto arroccato dietro a protezione dell’1-0. Al minuto 93’ la beffa: scomposta entrata del giovane Garufi in area e calcio di rigore per i pitagorici: dal dischetto Ciano spiazza Anania cogliendo un pareggio ormai insperato.

Domenica il Pescara
In virtù di questo pareggio i rossazzurri rimangono al penultimo posto in classifica, a quota tre, in compagnia di Varese e Pescara. Prossimo impegno la gara interna proprio contro gli abruzzesi di Baroni, bloccati in casa dal Latina. Appuntamento domenica 28 settembre alle ore 18 al “Massimino” per conquistare una vittoria che non può esser più rimandata. Di seguito il tabellino del match:


CROTONE (4-3-3) 22 Caio; 27 Zampano, 3 Claiton, 13 Ferrari, 32 Modesto (dal 31' Balasa); 17 Maiello, 6 Dezi, 21 Suciu (dal 70' Padovan); 28 Ciano, 25 Beleck, 10 De Giorgio (dal 46' Oduamadi). A disp: 1 Bajza, 5 Cremonesi, 23 Gigli, 24 Martella, 4 Galardo, 8 Minotti, 19 Berardocco, 20 Salzano, 9 Torregrossa. All. Drago

CATANIA (4-3-3) 26 Anania; 2 Peruzzi, 23 Gyomber, 3 Spolli, 18 Monzon; 27 Jankovic (dal 71' Almiron), 24 Capuano, 6 Martinho (dal 76' Garufi); 10 Rosina (dal 86' Sauro), 9 Calaiò, 19 Castro. A disp: 12 Ficara, 28 Parisi, 20 Chrapek, 8 Escalante, 7 Leto, 17 Çani, 7 Marcelinho. All. Sannino

ARBITRO: Pairetto di Nichelino; Di Vuolo-Bellutti; IV Amoroso; A.O. Anfuso

RETI: 26' Calaiò (CT), 93' Ciano (CR)(rigore)

AMMONITI: Castro, Ferrari, Capuano, Beleck, Monzon, Dos Santos, Spolli

ESPULSI: nessuno

RECUPERO: 2' e 3'

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio