Catania, sequestrato panificio per scarse condizioni igieniche
Web

Catania, sequestrato panificio per scarse condizioni igieniche

Gli agenti del Commissariato Borgo Ognina, nell'ambito di un'operazione finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in maniera ambientale e tutela della salute pubblica, hanno controllato numerose attività commerciali, a Catania.

Nel mirino dei poliziotti è finito un panificio in via Vitaliano Brancati, che è stato chiuso sino al ripristino dei requisiti igienico sanitari necessari. Il titolare è stato denunciato. Gli investigatori hanno accertato la carenza di condizioni igieniche nella conservazione degli alimenti nonché la presenza di blatte all'interno del laboratorio. Inoltre, al titolare è stato contestato il reato di frode in commercio per la vendita di prodotto congelato per prodotto fresco: cornetti, impasto per biscotti, sfoglie. Ulteriori contestazioni di natura amministrativa verranno elevate per ciò che riguarda la mancata comunicazione agli organi preposti delle variazioni delle attività svolte e ciò in quanto, oltre all'attività di panificio, venivano effettuate illecitamente attività di salumeria, gastronomia e gelateria. Il titolare del panificio è stato anche denunciato per furto di energia elettrica e perchè occupava abusivamente il suolo pubblico - circa 40 metri - ragione per la quale sono state sequestrate numerose sedie e tavoli.

Inoltre, è stato denunciato anche il titolare di una carrozzeria in via Passo di Aci, poiché non possedeva l'autorizzazione per l'immissione dei fumi nocivi nell'atmosfera e per tale motivo i poliziotti hanno proceduto al sequestro preventivo di una parte dell'attrezzatura. Invece, in via Etnea 561 i poliziotti hanno proceduto al sequestro di un autolavaggio. Il titolare è stato denunciato per mancanza di autorizzazione per lo scarico dei fanghi sporchi nel sottosuolo che, come noto, sono altamente nocivi per l'ambiente e per la salute pubblica.
Sono state, inoltre, denunciate tre persone per furto di energia elettrica in via Altavilla 13. Un ulteriore furto di energia elettrica è stato riscontrato all'interno di un ristorante in piazza Federico di Svevia, dove il titolare aveva riposto sopra il contatore una grossa calamita. Il controllo non è stato esteso all'attività commerciale, ma solo al contatore dell'Enel. Infine, i poliziotti hanno elevato 24 sanzioni al codice della strada, controllato 5 pregiudicati agli arresti domiciliari, 60 persone e 27 veicoli.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca