Catania, si allontanano i mezzi dalla città
Web

Catania, si allontanano i mezzi dalla città

"Abbiamo avuto notizia che presto la sede dell’autoparco della polizia del Reparto prevenzione crimine, squadra artificieri e della squadra volanti di via san Giuseppe la Rena sarà trasferita all’interno dell’Interporto di Catania Bicocca. Una decisione maturata dal questore di Catania nel giro di qualche mese. Un risultato disastroso per la sicurezza del personale della polizia e per i cittadini". Il sindacato degli agenti etnei manifesta tutte le sue perplessità.

Secondo il Siap "la scelta è inopportuna, simile aquella dell’Hot spot di Mineo o ai locali della squadra mobile annunciati nel quartiere di Picanello. Una decisione maturata con estrema facilità e senza riflettere sul sito, che la polizia dovrebbe dividere con gli autotrasportatori. Unica soluzione nel suo genere. Gli agenti catanesi oltre ai mille disagi e alla scarse risorse di personale, dovranno convivere con autoarticolati e scalo merci, in un sito distante dalla città e raggiungibile dopo 16 minuti di macchina, un vero rallentamento per le volanti che operano in città e uno spreco di personale per la vigilanza che dovrà essere quadruplica".

Ma non è tutto. "La sede non offre autorimessa adatta al ricovero dell’intero parco auto della questura, con oltre 400 mezzi che saranno sistemati all’esterno con risultati immaginabili per gli agenti e con danni all’erario. L’esposizione alle intemperie può ridurre la capacità di blindatura dei vetri; per non parlare del personale che dovrà equipaggiare anche con strumentazione sofisticata (mercurio) le auto messe all’esterno e quando piove".

La struttura in origine era stata dotata di una palazzina per ospitare polizia e guardia di finanza "ma per i controlli opportuni, non certamente per trasferire reparti operativi. Il Siap per queste e altre ragioni ha già chiesto al questore di rivedere il progetto che se da una parte è maturato per abbandonare l’attuale sede di via San Giuseppe la Rena, dal Siap più volte contestata sia per inagibilità sia per il costoso contratto d’affitto di oltre 700 milioni di euro all’anno, non si può certamente scegliere un sito ai margini della periferia sud di Catania inadatto allo scopo. Non crediamo che sia l’unica possibilità, così si emargina la polizia che si allontana sempre più dal contesto cittadino. E poi a chi è utile questa soluzione?".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca