Catania, sogni europei neve permettendo
SiciliaToday.net
Ciccio Lodi in azione al "Tardini"

Catania, sogni europei neve permettendo


Gara a rischio rinvio
A poche ore dal fischio iniziale dell’arbitro Giacomelli di Trieste lo svolgimento del match del “Tardini”, valido per la ventiseiesima giornata di serie A, è seriamente in discussione a causa delle avverse condizioni climatiche. Su Parma nevica costantemente da diversi giorni e la situazione, nelle ultime ore, sta sensibilmente peggiorando. La decisione ufficiale è attesa domani mattina dopo l’ultimo sopralluogo da parte del GOS. Già rinviate Bologna-Fiorentina e le gare cadette Cesena-Ascoli e Modena-Brescia: tutte gare in programma in Emilia Romagna…

L’Europa passa dal “Tardini”
Le parole raggianti del presidente Nino Pulvirenti, pronunciate al termine del vittorioso incontro col Bologna, hanno dato inizio ad un nuovo campionato, un torneo nel torneo dalla durata di 13 giornate. Niente da perdere, tutto da guadagnare. È questo lo spirito giusto col quale il Catania di Rolando Maran dovrà affrontare la parte finale di una stagione che sta regalando tante soddisfazioni al Popolo Rossazzurro. Popolo che adesso sfiora concretamente un sogno accarezzato (con la fantasia) da una vita: vedere le magliette rossazzurre esibirsi in platee europee. Un qualcosa d’impensabile una ventina di anni fa. La gara del “Tardini”, terreno di gioco espugnato in Coppa Italia lo scorso dicembre (ai rigori) ma mai in serie A, è la prima tappa di un percorso irto di ostacoli, nel quale si mescoleranno via via ambizioni scudetto, europee e di salvezza. La chiave per aprire il forziere dei sogni è mantenere i piedi per terra, concentrazione, umiltà, consapevolezza nei propri mezzi e la spregiudicatezza della provinciale. Inseguendo un sogno: “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”

Chance da titolare per Ricchiuti
Per i rossazzurri è emergenza centrocampo. Al “Tardini”, infatti, mister Maran sarà privo di Biagianti (squalificato), Almiron, Sciacca e Barrientos (infortunati). Indisponibili anche i difensori Capuano ed Augustyn (quest’ultimo a segno con la Primavera) e Cani (ancora sprovvisto del transfer). Defezioni che potrebbero indurre il tecnico di Rovereto a ‘lanciare’ dal primo minuto Adrian Ricchiuti nel canonico 4-3-3. Questo il probabile schieramento iniziale degli etnei: Andujar in porta; difesa a quattro con Alvarez, Bellusci, Spolli e Marchese; mediana a tre con Izco, Lodi e Ricchiuti; tridente offensivo formato da Castro, Bergessio e Gomez. Da non scartare la soluzione 4-2-3-1 con Lodi ed Izco in mediana e l’inserimento di Keko sulla trequarti assieme a Gomez e Castro.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio