Cenere vulcanica, Musumeci: "Serve unità di crisi"

"La Regione istituisca una Unità di crisi per la cenere vulcanica, dotata di risorse finanziarie e di mezzi adeguati." Lo chiedono, con una interpellanza urgente inoltrata al presidente della Regione, i deputati Nello Musumeci e Gino Ioppolo (La Destra), a seguito dei "gravi disagi agli abitanti di oltre una decina di Comuni pedemontani e degli ingenti danni subìti dagli operatori economici, a cominciare dalle aziende agricole."

"Non si tratta più - ha chiarito Musumeci - di una rara calamità, ma di un fenomeno sempre più frequente che va quindi affrontato dalla Protezione civile regionale con una struttura pronta a gestire l'emergenza, senza lasciare i Comuni colpiti ad iniziative autonome, disarticolate e spesso senza la necessaria dotazione finanziaria."

Diverse le richieste dei due deputati avanzate al governo nel documento ispettivo: "1) contributo straordinario ai Comuni coinvolti nella calamità e sgravi fiscali per le famiglie che hanno dovuto affrontare la rimozione della cenere a proprio carico; 2) la dichiarazione dello stato di emergenza laddove la cenere vulcanica ha creato danni alle aziende in misura tale da pregiudicarne l'attività e il reddito; 3) istituire nel redigendo bilancio della Regione un apposito capitolo per finanziare gli interventi di raccolta della sabbia vulcanica e per la creazione di un parco-mezzi a disposizione, di volta in volta, dei Comuni colpiti; 4) la istituzione di una Unità di crisi, nel dipartimento della Protezione civile regionale, con solo personale tecnico dipendente, pronto ad operare nella prevenzione del rischio e nella gestione della emergenza."

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Economia