Cga Palermo, nulle le nomine all'Ars dopo il 4 Agosto
Flickr

Cga Palermo, nulle le nomine all'Ars dopo il 4 Agosto

Tutte le nomine effettuate dal Governo regionale dopo il 4 agosto sono nulle. Lo ha deciso il Cga, con un parere dello scorso 16 ottobre e col quale, se non annulla quelle nomine (non è una sentenza) certamente apre un ampio varco per i ricorsi da parte di soggetti interessati. Il parere al Cga era stato chiesto proprio da Lombardo per avere delucidazioni riguardo all’applicabilità della cosiddetta “legge blocca-nomine”. In particolare, Lombardo ha richiesto un parere su tre punti: il primo riguarda appunto il “cuore” della legge, ossia il divieto, sancito dal comma 3 bis del testo approvato a luglio dall’Ars di “di procedere a nomine, designazioni o conferimenti di incarichi in organi di amministrazione attiva, consultiva o di controllo della Regione, in enti, aziende, consorzi, agenzie, soggetti, comunque denominati, di diritto pubblico o privato sottoposti a tutela, controllo o vigilanza da parte della Regione, in società controllate o partecipate dalla Regione”.

La seconda richiesta di Lombardo invece riguarda la possibilità che dal blocco vengano esclusi gli organi di revisione contabile dei vari enti. Infine, stessa richiesta è stata avanzata per i “sindaci” delle società partecipate e controllate dalla Regione. Le conseguenze al “parere” potrebbero essere diverse. Intanto, il governo potrebbe ritirare in autotutela le nomine in qualche modo “viziate” secondo il parere dei giudici. E comunque sia, sulla scorta di questo parere, potrebbe cadere presto sulla Regione una pioggia di ricors che riguarderebbero soprattutto revisori dei conti, componenti degli organi di controllo, sindaci effettivi delle società. Dalla Regione siciliana scrivono: “il Consiglio di giustizia amministrativa, interpellato dal governo regionale su taluni aspetti applicativi della c.d. legge “blocca nomine” (43/2012), conferma il corretto operato tenuto dalla giunta regionale in attuazione della normativa.Il parere, infatti, tra l’altro, chiarisce inequivocabilmente che a decorrere dal 4 agosto, data di entrata in vigore della legge 43/2012, e’ obbligatoria la nomina di commissari straordinari in luogo degli organi di amministrazione scaduti, legittimando, con cio’, l’attivita’ posta in essere dalla giunta regionale.”

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica