Chievo, col Catania per chiudere il discorso salvezza
Eugenio Corini, tecnico clivense ex rosanero

Chievo, col Catania per chiudere il discorso salvezza

A un passo dalla salvezza
Reduce dai passaggi a vuoto contro Milan (in casa) ed Udinese (fuori) il Chievo Verona di Corini ospita al “Bentegodi” il Catania con il chiaro obiettivo di chiudere definitivamente il discorso. Niente gara da ultima spiaggia o partita da vincere a tutti i costi, perché la classifica non è proprio allarmante. Nonostante le ultime due sconfitte di fila, infatti, i clivensi occupano attualmente la quint’ultima posizione, a + 8 dalla zona retrocessione: un margine più che rassicurante. È chiaro però che per non correre rischi bisogna arrivare quanto prima alla fatidica quota 40, adesso distante 5 lunghezze. Il calendario, inoltre, è tutt’altro che ostico: subito dopo la partita contro gli etnei il Chievo sarà atteso da due sfide decisive contro Siena (in Toscana) e Genoa (in casa) e da gare agevoli (in teoria) contro Atalanta, Cagliari e Torino. I tre punti in palio col Catania, quindi, non sono ‘vitali’ ma potrebbero servire ad evitare fastidiosi patemi d’animo decisamente evitabili.

Clivensi al gran completo
Per quanto riguarda la formazione da opporre ai rossazzurri, mister Corini potrà contare su tutta la rosa ad eccezione di Jokic (squalificato) e Spyropuolos. Al rientro Dainelli, Andreolli, Cofie e Drame, reduci da un turno di squalifica. Questo il probabile undici iniziale schierato con il modulo 4-3-1-2: Puggioni in porta; Frey, Andreolli, Dainelli e Sardo (ex rossazzurro) a comporre la difesa; Guana, L. Rigoni e Cofiein mezzo al campo; Hetemaj sulla trequarti; Pellissier e Thereau coppia offensiva. In panchina gli altri ex Squizzi e Seymour.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio