Confessa il figlio del bracciante ucciso a Riesi
Web

Confessa il figlio del bracciante ucciso a Riesi

Rocco Tabbì, 28 anni, ha confessato di aver ucciso sabato scorso a Riesi il padre Francesco, di 57, con l'aiuto del cognato Corrado Bartoli, di 28. La confessione dei due è arrivata nel corso dell'interrogatorio davanti al gip di Caltanissetta David Salvucci, che ha quindi convalidato i fermi e ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per gli indagati.

Secondo la Procura nissena il movente è da ricercare in alcuni contrasti di natura familiare per la spartizione di un'eredità. In passato c'erano state diverse liti tra padre e figlio. In un'occasione era stato addirittura Francesco Tabbì a sparare contro i familiari, anche se l'episodio non era stato denunciato.

L'agguato di sabato scorso, costato la vita al cinquantasettenne - contro cui sono stati sparati diversi colpi di fucile e pistola - sarebbe stato una sorta di ritorsione.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca