Crocetta:
Flickr

Crocetta: "Senza maggioranza in aula si torna al voto"

Il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, commenta la formazione del governo regionale: "Se cominciassi a fare come si è sempre fatto in precedenza, cercando accordi con un partito o con un altro che magari ha anche perso le elezioni, farei una cosa assolutamente deleteria.

"Non mi interessa 'un governicchio', mi interessa un grande governo. Crocetta ha vinto, e su una ben precisa scelta di campo: lotta alla mafia, lotta allo spreco, e solidarietà per i meno abbienti. Solo su questi punti è possibile un patto con la ARS per il risanamento sociale. E se non sarà così vuol dire che l'Assemblea si dovrà assumere le responsabilità di andare alle elezioni anticipate. Non intendo cedere di un solo punto rispetto al programma e non ho posizioni personali da mantenere. O si governa con responsabilità o si va a casa. E in caso di nuove elezioni sono convinto che tutti i cittadini voterebbero per Crocetta con almeno il 60% di preferenze. Comunque non rinuncio ai mei valori per la maggioranza".

Ipotesi di apertura e primi segnali nei confronti del Movimento 5 stelle: "I grillini possono scegliere se mantenere una rivolta permamente o passare alla rivoluzione. Secondo me stanno cominciando ad accorgersene e stamattina hanno fatto dichiarazioni di apertura. Entrambi siamo figli della rivolta. Ma con me loro hanno la possibilità di passare alla rivoluzione. Perché io sono piu' antipolitico di Grillo'', aggiunge Crocetta.

Riguardo alla nomina ad asssessore di Franco Battiato, Crocetta ha dichiarato: "Non si tratta di una scelta naif. Ho sempre sostenuto che il disegno che ho in mente per la Giunta deve essere questo: non voglio politici, ma intellettuali, e così sarà anche per gli altri assessorati. Anche Berlinguer era un intellettuale".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica