Crocetta: "Sicilia in ginocchio; azzerati contributi per lotta alla mafia"
Web

Crocetta: "Sicilia in ginocchio; azzerati contributi per lotta alla mafia"

"La Sicilia è in ginocchio". Lo dice il governatore Rosario Crocetta, che ha anticipato: "Nel giro di qualche settimana chiuderanno i teatri pubblici a Palermo, Catania, Messina, e gli enti Parco; chiuderanno anche la stamperia Braille, le scuole per ciechi e sordi, i ricoveri per i minori e i centri per i disabili". Gravi rischi anche per l'agricoltura: "Abbiamo stimato un danno di un miliardo di euro per la paralisi dei consorzi di bonifica".

Oltretutto superano i 30mila i dipendenti e i pensionati della Regione Sicilia, compresi il personale del Parlamento regionale - circa 250 persone - e i 90 deputati regionali (privati anche delle indennità parlamentari), che oggi, il 27, notoriamente "giorno di paga", sono rimasti senza stipendi. Il bilancio regionale non è ancora stato pubblicato in Gazzetta, ma a seguito dell'impugnativa della finanziaria enti e consorzi regionali sono rimasti senza fondi. I 30mila non sanno quando riceveranno il loro stipendio.

Tra i 558 milioni spostati nel fondo indisponibile per via dell'impugnativa del commissario dello Stato ci sono anche le somme che il governo Crocetta aveva destinato alle vittime di Cosa nostra, ma anche alle associazioni che si battono in nome di Falcone e Borsellino e le risorse che la Regione storna ai carabinieri. In totale sono saltati quasi 6 milioni di euro.

"È drammatico, la lotta alla mafia è stata cancellata", aggiunge il presidente Crocetta, che domattina sarà a Roma per incontrare a Palazzo Chigi il governo Letta nel tentativo di trovare una soluzione al blocco della spesa. Associazioni, Fondazioni e centri antiracket perdono 520 mila euro, fondi assegnati ogni anno dalla Regione come contributo a queste strutture impegnate a fianco degli imprenditori che denunciano il pizzo, ma anche in attività di divulgazione della memoria di Falcone e Borsellino nelle scuole e tra i giovani.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca