Crocetta duro attacco ad Aronica: "Non ha mai tutelato la Sicilia"
Web

Crocetta duro attacco ad Aronica: "Non ha mai tutelato la Sicilia"

Duro attacco del governatore siciliano, Rosario Crocetta, dopo l'impugnativa delle norme di spesa della finanziaria regionale da parte del commissario dello Stato, Carmelo Aronica: "In Sicilia è in atto un attentato all'ordine sociale da parte dello Stato. Ci sono 40mila persone a rischio", ha detto il presidente della Regione. Secondo Crocetta, Aronica, commissario dal 2010, "non ha mai tutelato la Sicilia".

Il presidente ha anche sostenuto che in Sicilia “bisognerebbe costituire l’Alta corte e abolire la figura del Commissario dello Stato”, poi ha continuato: “Non può scoprire la presenza dei forestali nel 2014. Lo doveva scoprire 20 anni fa; come non può scoprire adesso che la società Resais ha 3.600 dipendenti, l’avrebbe dovuto scoprire quando dava parere positivo alle assunzioni”.

“Non è che il commissario si salva la coscienza rispetto alle omissioni degli anni passati, cominciando ora a fare il rigorista sociale e mandando al massacro i poveri?”, spiega Crocetta da Palazzo dei Normanni “È una balla il fatto che non c’è copertura finanziaria sulla legge di stabilità. C’è una lettera del ministero dell’Economia in cui si afferma che la copertura finanziaria esiste”.

“Il commissario dello Stato non ha mai tutelato la Sicilia”, ribadisce Crocetta, che poi attacca: ”Perché fino al 2012 ha permesso l’assunzione in società della Regione di migliaia di persone di aziende in crisi? Perché fino al 2012 ha permesso che si allargassero le maglie del precariato? Perché ha concesso l’erogazione di denaro pubblico sotto forma clientelare?”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica