Crocetta sul Piano Giovani: "Non abbiamo bisogno di dirigenti primi della classe"

Crocetta sul Piano Giovani: "Non abbiamo bisogno di dirigenti primi della classe"

"Sono costretto a intervenire in modo duro rispetto alla questione del Piano Giovani. Il fallimento del click day proponeva a tutti di fare una seria riflessione è invece ho assistito a esternazioni e decisioni affrettate". Queste le parole del governatore siciliano Rosario Crocetta, che aggiunge: "Basta con le iniziative personali".

"Tutti hanno voluto dire la loro - ha proseguito Crocetta - quando invece bisogna mettersi attorno a un tavolo e trovare le soluzioni migliori". Poi l'affondo sulla burocrazia. "Non abbiamo bisogno di dirigenti che facciano i primi della classe, abbiamo solo bisogno di discutere con serenità", ha detto lo stesso Crocetta riferendosi alla dirigente Anna Rosa Corsello che ieri ha pubblicato un nuovo bando. Il governatore insiste: "Sono state dette una serie di idiozie come quella sulla piattaforma per la selezione: il problema non è la piattaforma ma il sistema applicativo e questo vale anche per Sicilia e-Servizi che non ha un software adeguato".

"Basta con le dichiarazioni e i tentativi di risolvere i problemi a Ferragosto, se qualcuno ha bisogno di andare al mare ci vada e la finisca con esternazioni che creano solo confusione. La prossima settimana in conferenza di servizi discuteremo delle decisioni da adottare tenendo conto che bisogna rifare la selezione fallita lo scorso 5 agosto". Sul nuovo bando pubblicato dalla dirigente della Formazione Anna Rosa Corsello, poi, Crocetta afferma: "Lo verificheremo, se il bando sarà valido lo terremo in piedi altrimenti lo cambieremo. In ogni caso sarebbe stato opportuno che la Corsello si fosse accordata con gli assessori". Del nuovo bando il governatore ammette di averne discusso con la dirigente "ma il bando è stato pubblicato senza che gli assessori fossero coinvolti".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica