Cultura, Trigilio: "A breve apertura dell'Anfiteatro romano di Catania"

"Contiamo di riaprire l'area superiore dell'anfiteatro romano entro la prossima settimana. Le somme per compiere il piccolo intervento di messa in sicurezza dell'architrave posta all'ingresso, che rendera' nuovamente accessibile il sito, sono disponibili e gli uffici competenti hanno predisposto i relativi mandati. Sino ad oggi non e' stato possibile procedere a causa dei limiti imposti dal patto di stabilita'". Lo ha dichiarato l'assessore regionale dei Beni Culturali e dell'Identita' siciliana, Amleto Trigilio, incontrando i giornalisti nel corso del sopralluogo compiuto oggi all'anfiteatro romano di Catania.

"Spero che dalla riunione della giunta regionale fissata per martedi' prossimo - ha continuato Trigilio - possano giungere novita' utili per dare il via libera per questa e per altre piccole azioni che consentiranno una migliore fruizione dei nostri beni culturali".
L'assessore ha poi puntualizzato che "il portale realizzato in tempi recenti da altre istituzioni al fine di abbellire l'ingresso dell'anfiteatro non e' classificato come bene culturale e, pertanto, non e' di nostra competenza, tuttavia ci faremo carico dei lavori".
Accompagnato, fra gli altri, da Gesualdo Campo, dirigente generale dei Beni Culturali; da Vera Greco, Soprintendente ai Beni culturali di Catania, e da Maria Grazia Branciforti, dirigente responsabile del Parco archeologico greco-romano di Catania, Trigilio ha compiuto anche un sopralluogo nei piu' importanti siti del centro storico percorrendo il corridoio interno dell'ordine inferiore dell'anfiteatro romano e visitando la chiesa di San Francesco Borgia, ubicata in via dei Crociferi, il teatro romano e l'Odeon.

"Ho voluto toccare con mano - ha detto l'assessore al termine della visita - una importante parte del patrimonio dei beni culturali di Catania al quale l'assessorato non fara' mancare il sostegno per una migliore e piu' completa valorizzazione". In mattinata, Trigilio ha incontrato i vertici della Soprintendenza ai Beni culturali di Catania.
"Ho trovato personale molto motivato, con il quale ho compiuto una disamina dei piu' importanti progetti in corso di finanziamento. E' stata affrontata la vicenda del collegio dei Gesuiti: abbiamo avviato un'interlocuzione con l'Urega al fine di sbloccare, nel piu' breve tempo possibile, l'iter dei lavori di ristrutturazione".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cultura