Daspo e arresto per il messinese che voleva introdurre esplosivo al
Web

Daspo e arresto per il messinese che voleva introdurre esplosivo al "Massimino"

Una condanna a quattro mesi di reclusione, che sconterà ai domiciliari, e cinque anni di daspo: sono i provvedimenti del tribunale di Catania (giudizio per direttissima) e del questore Marcello Cardona nei confronti del tifoso messinese che durante la gara il derby Catania-Messina di domenica scorsa ha tentato di introdurre una bomba carta.

Il Daspo firmato dal questore prevede, oltre all’allontanamento dalle strutture sportive, anche l’obbligo di stare lontano da stazioni ferroviarie, posteggi e qualunque altro luogo in cui – per circostanze contingenti – possa entrare in contatto con altri tifosi.


All’ultras, inoltre, è stato imposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in orari coincidenti con le partite.
Le forze dell’ordine hanno esaminato la bomba carta che il tifoso messinese voleva introdurre al Massimino: era composta da due candelotti (nella foto), rivelatisi dal micidiale potenziale esplosivo, appartenenti alla “IV Categoria”, una tipologia di esplosivo ad uso professionale.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca