Flickr.com
Emiliano Mondonico, ex allenatore ed allenatore del Torino

ESCLUSIVA- Mondonico: "Catania realtà più bella in Italia, il Torino deve prendere esempio. Ecco perché resta Maran"

Emiliano Mondonico, ex calciatore ed allenatore del Torino, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di SiciliaToday.net per commentare la stagione del Torino ma anche quella del Catania, prossimo avversario dei granata in campionato.

“Non considero mai il Torino una neopromossa o una squadra che deve lottare per salvarsi – ha affermato Mondonico – Quest’anno la squadra si è trovata a dover lottare fino alla penultima giornata e quindi ritengo questa stagione negativa. Adesso si parla di un possibile divorzio tra Ventura e Cairo solo perché il campionato è finito e non ci sono altri spunti su cui dibattere. Ventura ha fatto bene ma ha sofferto quello che non pensava di soffrire. Questo deve spingere i dirigenti granata a programmare un futuro più sereno in cui il Torino occupi la parte sinistra della classifica. Il Catania? I rossazzurri hanno disputato un grande campionato, direi invidiabile. Il Catania rappresenta l’esempio di dirigenza solida, con un serio progetto tecnico, che riesce ad ottenere risultati prestigiosi. Complimenti sinceri al presidente Pulvirenti e a tutto lo staff. Oggi il Catania rappresenta un modello per il calcio italiano. Prima si considerava l’Udinese come esempio di gestione e programmazione ma adesso quella etnea esprime la più bella realtà calcistica che abbiamo in Italia. In riferimento all’annata straordinaria del Catania e tornando sul Torino, i dirigenti granata devono prendere esempio dai colleghi etnei. Se il Catania è stato in grado di arrivare a tanto, anche il Torino può arrivare a certi livelli. Maran resta al contrario dei suoi predecessori? E’ l’esatta misura di come il futuro sia prospettato ancora più roseo del momento attuale. Un allenatore lascia la panchina quando pensa di aver dato e ottenuto il massimo. Un tecnico che invece si conferma, conosce bene l’ambiente ed è convinto di ottenere in futuro risultati ancora più importanti. La partita di domenica? Sarà una sfida divertente dove il risultato avrà la minima importanza anche se il Catania deve difendere l’ottavo posto. Le squadra hanno aspettato tanto prima di potersi divertire, quindi mi aspetto tanti gol e magari il debutto di alcuni giovani in prospettiva futura”.
blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio