Emergenza sanità: in emorragia cerebrale, aspetta quattro ore
Web

Emergenza sanità: in emorragia cerebrale, aspetta quattro ore

Colpito da emorragia cerebrale, Un maestro di scuola elementare di 40 anni avrebbe atteso all'ospedale "Suor Cecilia Basarocco" di Niscemi per quattro ore prima di essere trasportato e in un ospedale attrezzato di Palermo. La denuncia arriva dai familiari e a renderla nota è il sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa che da settimane protesta con un presidio permanente in ospedale contro le carenze del personale medico e paramedico.

La Rosa ha detto di avere assistito alla lungo attesa del paziente, mentre si cercava un posto in rianimazione negli ospedali siciliani. Il maestro, trovato esanime in classe, dai suoi alunni in una scuola privata di Niscemi, è stato soccorso e intubato dai medici del "Basarocco", mentre con il servizio del 118 si cercava il posto in una rianimazione. L'unico a dare la propria disponibilità sarebbe stato il "Civico" di Palermo.

Tuttavia l'elisoccorso non ha potuto raggiungere Niscemi a causa delle difficili condizioni metereologiche. E' intervenuta quindi un'ambulanza attrezzata che ha provveduto a trasferire del paziente. "Non sappiamo - ha dichiarato il sindaco - se il maestro ce la farà. I familiari hanno già presentato una denuncia ai carabinieri". Il paziente è in prognosi riservata.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca